Tu sei qui

Moto2, Le Mans: Rabat subito in testa

FP1 - Seconda piazza per Luthi davanti a Zarco. Migliore dei nostri è Corsi, settimo

Si chiude la prima tornata di prove libere con la classe di mezzo, quella Moto2 che, mai come quest'anno, si sta rivelando imprevedibile, sopratutto ai vertici della classifica.

Già, perchè a fronte dell'esplosione di Zarco, Folger e Lowes, dall'altra non si può fare a meno di notare la partenza leggermente ad handicap di Tito Rabat che sta cercando di risalire la china.

Proprio il campione del mondo, si è portato al vertice della classifica in questa FP1. 1'38.030 il riferimento cronometrico del portacolori Marc VDS in sella alla Kalex (questa si, una certezza, considerando anche il numero di esemplari in griglia), che precede Thomas Luthi di appena 91 millesimi. Terza posizione per Johann Zarco.

Il capoclassifica si presenta al round di casa in piena forma, pronto a cercare l'affermazione tra le mura amiche. 187 i millesimi di ritardo dalla veta, a precedere il vincitore di Jerez Jonas Folger in sella alla Kalex del team AGR. Per trovare una moto che non sia una Kalex bisogna far riferimento alla Speed Up di Boscoscuro, con il quinto crono di Sam Lowes, staccato di 558 millesimi dalla vetta, a precedere il secondo esemplare della moto italiana, portato da Julian Simon con le effigi della federazione del Qatar.

Simon, che qui a Le Mans si rese protagonista di un gesto di grande valore sportivo (spingendo la moto spenta fino al traguardo sotto la bandiera a scacchi), precede il migliore dei nostri portacolori, Simone Corsi, in sella alla Kalex del team Forward.

708 i millesimi che separano il romano dalla vetta, davanti a Xavier Simeon, Louis Rossi con la Tech3 del team Tasca Racing, ed Anthony West, decimo con la Speed Up a 852 millesimi dalla vetta. Come sempre, distacchi piuttosto risicati tra i protagonisti della Moto2: sono 14 i piloti racchiusi nello spazio di un secondo (998 millesimi il distacco esatto di Axel Pons, proprio in quattordicesima piazza).

Quindicesimo è Sandro Cortese davanti al nostro Lorenzo Baldassarri (+1.222). Solo 20esimo Franco Morbidelli, a precedere Alex Rins e Mika Kallio.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti