Tu sei qui

MotoGP, Le Mans: Dovizioso parte con il piede giusto

FP1 - Seconda piazza per Marc Marquez nonostante un inconveniente tecnico. Settimo Rossi, nono Iannone

Splende il sole a Le Mans con la pista che, dopo la prima sessione di prove libere della classe Moto3, è andata sempre più asciugandosi dopo la pioggia caduta fin dal giovedi.

Con un'umidità del 61% e 15 gradi sulla pista, i protagonisti della classe regina hanno cercato di girare il più possibile, puntando anche a stabilire un buon tempo per evitare qualche 'sorpresa' futura di Giove Pluvio.

Ecco dunque in prima piazza la Ducati di Andrea Dovizioso. Il forlivese, reduce da buoni test al Mugello, chiude la sessione in 1'34.034, su un tracciato considerato 'amico' fin dai tempi della 125cc. Il portacolori di Borgo Panigale precede Marc Marquez di 246 millesimi. Un Marquez che ha compiuto 14 passaggi, solo due in meno di Dovizioso, nonostante un problema tecnico alla propria moto capitato nei primissimi minuti della sessione.

Niente di serio alla fine, considerando come Marc abbia atteso alcuni minuti ai box senza utilizzare la seconda moto, evidentemente settata su parametri o completamente da bagnato o completamente da asciutto.

Un problema che Livio Suppo (dopo aver parlato a ruota libera sulla nostra GPOne car) ha stigmatizzato - quasi una tradizione a Le Mans - citando il... Conte Mascetti.

Tre moto diverse ai primi tre posti, con Jorge Lorenzo in grado di compiere 21 passaggi in totale, chiudendo con il riferimento di 1'34.301. A testimonianza delle condizioni mutevoli della pista, andata sempre più migliorando, si può notare come praticamente tutti i piloti abbiano realizzato i propri migliori riferimenti cronometrici praticamente all'ultimo giro utile.

Dovizioso al 15esimo su 16, Marquez al 14esimo su 14, Lorenzo al 21esimo e così via. Quarta piazza per Cal Crutchlow con la Honda del team di Lucio Cecchinello (+0.276) a precedere Pol Espargaro (+0.297) e Scott Redding (+0.438). Settimo Valentino Rossi che accusa mezzo secondo di ritardo, davanti a Yonny Hernandez e un sofferente Andrea Iannone, alle prese con la spalla lussata.

L'italiano, nonostante il dolore, chiude in nona posizione riuscendo a completare diciannove tornate. Chiude la top ten provvisoria Bradley Smith (+0.695). In tema di infortunati, a Le Mans ecco il ritorno di Daniel Pedrosa. L'alfiere Honda si prende la tredicesima posizione, con un ritardo di 1.314 secondi dalla vetta, preceduto dalla coppia Suzuki con Aleix Espargaro ultimo pilota ad accusare un ritardo inferiore al secondo (+0.820), davanti a Maverick Vinales.

Gli altri italiani: 16esimo Danilo Petrucci, 20esimo Alex De Angelis a precedere Hector Barbera (che qui a Le Mans ha la versione 14.1 della Desmosedici), 25esimo Marco Melandri.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti