Tu sei qui

Imola,STK1000: Savadori senza rivali

Vittoria netta per il pilota Aprilia che si impone su Tamburini e Jezek

Gara senza troppi sussulti quella della Superstck1000 andata in scena sull’ "Enzo e Dino Ferrari" di Imola. Troppo netta oggi la distanza tra Lorenzo Savadori ed i suoi diretti avversari. Per il 22enne pilota cesenate, dopo il primo posto di Assen, arriva così la seconda vittoria di stagione. Una vittoria costruita già allo scattare del semaforo, quando si è portato subito nelle posizioni di testa e per gli avversari è stata dura contenerne il passo. Sulle prime ci ha pensato il suo compagno di scuderia Kevin Calia sull’altra Aprilia Nuova M2, scattato anche lui forte allo spegnersi del semaforo, a tentare di prendere in mano le redini della gara con Savadori ed il poleman Jezek ad inseguire, ma un lungo lo ha costretto poi a ripartire dalle retrovie, risalirà sino alla 15esima posizione.

Fuori dalla bagarre Calia, è rimasto il solo Jezek a tentare di reggere il ritmo dello scatenato pilota di testa, ma anche lui ha dovuto issare presto bandiera bianca non riuscendo a reggere il forcing imposto. Intanto di gran carriera, un coriaceo Roberto Tamburini a suon di giri veloci (suo il record della gara con 1.49”868) agguanta e supera Jezek, cercando di ricongiungersi alla testa della corsa. Ma Savadori aveva un buon margine da gestire ed a nulla sono valsi gli sforzi del pilota BMW, che chiuderà quindi la corsa con un distacco di +2.286 secondi dal leader, consolandosi con una posizione comunque molto utile per non perdere troppo terreno in ottica campionato. Terzo quindi la Ducati del ceco Ondrej Jezek che precede Kevin Coghlan su Yamaha ed il nostro Fabio Massei che chiude davanti a Jeremy Guarnoni e Tony Covena. Luca Salvadori e Denni Schiavoni al traguardo in ottava e nona piazza, chiudono al top ten per i nostri. Da segnalare lo sfortunato incidente al secondo giro che ha visto coinvolto Raffaele De Rosa, che oggi partiva dalla prima fila, travolto dalla Yamaha R1 di Florian Marino intraversatasi all’ingresso della prima delle Rivazza. Per entrambi la gara è finita al centro medico del circuito.

In campionato Savadori allunga su Tamburini portandosi a quota 70 punti contro i 45 del rivale. Jezek è terzo a 43 punti.

Di seguito l'ordine di arrivo della gara:





Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti