Tu sei qui

SBK, Giugliano: la Ducati è in forma, e spero anche io

"Preparazione atletica non ottimale, ma aspetto di salire in moto". Davies: "Bisogna recuperare punti a Rea"

Quale migliore occasione del round di Casa ad Imola, ad una trentina di minuti dal quartier generale di Borgo Panigale, per festeggiare il rientro di Davide Giugliano? Dopo quattro round con formazioni rimaneggiate, Ducati potrà finalmente tornare a schierare entrambe le punte titolari dopo che un infortunio alle vertebre aveva tenuto il romano lontano dalle piste.

Nonostante la lontananza dalla Panigale, tuttavia, Giugliano sa di avere a disposizione un’arma di grosso calibro per dare la caccia al leader Jonathan Rea. Nelle ultime due gare, Chaz Davies ha infatti colto tre secondi posti ed una vittoria, che interrompeva 58 gare di digiuno, la prima e storica della Panigale in classe regina.

“È fantastico poter rientrare ad Imola, sulla pista di casa – ha dichiarato GiuglianoCi saranno tante aspettative, ma la presenza di tante persone che mi vogliono bene mi darà una spinta in più. Il circuito mi piace e l’anno scorso eravamo forti, anche se in gara non siamo riusciti a cogliere quei risultati che ci meritavamo. Sembra che quest’anno siamo più competitivi ma ovviamente, salendo in moto per la prima volta dopo tre mesi, dovrò lavorare per riprendere il feeling con la mia Panigale R”.

Nel frattempo, Giugliano prosegue a pieno regime con la fisioterapia. Il 100% della forma, tuttavia, è ancora lontano.

“Fisicamente mi sento abbastanza bene, ma in questi due mesi non ho potuto allenarmi come avrei voluto. Solo un po’ di piscina e di riabilitazione. Ovviamente il livello di preparazione atletica non è ottimale come era a Phillip Island, ma è tutto da vedere una volta che sarò salito in moto. Non vedo l’ora di (ri)cominciare”.

Palpabile anche l’entusiasmo di Chaz Davies, che ad Assen è riuscito a chiudere due volte al secondo posto (nonostante la pista storicamente non gli avesse portato grandi risultati) dopo l’ottima prova ad Aragon. Il gallese e la Panigale sono in crescita, tanto da essersi imposti come seconda forza in campo nelle ultime due gare. Entrambi, tuttavia, puntano ancora più in alto.

“Ad Imola, lo scorso anno, abbiamo fatto due belle gare, che ho potuto chiudere entrambe in seconda posizione, in un momento nel quale avevamo ancora qualcosa da sistemare sulla moto – ha ricordato il gallese Un anno dopo, con più esperienza e maggiori conoscenze della Panigale, sono fiducioso che saremo in grado di fare bene. Imola è sempre la gara più bella dell’anno per quanto riguarda l’atmosfera, e poter sentire il sostegno dei tifosi è una cosa speciale, soprattutto come pilota Ducati. Certo aggiunge anche della pressione in più, che però mi piace! I miei obiettivi rimangono uguali, salire sul podio in entrambe le gare, ma se posso fare di più, lo farò. Penso che questo sia un punto cruciale della stagione e che sia il momento di cercare di vincere delle gare e recuperare dei punti, è una cosa che ho ben chiara in mente”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti