Tu sei qui

Moto2, Jerez: Folger conquista, Rins spreca

GARA -  Zarco rimonta e chiude in seconda posizione. Il francese sempre più leader in classifica

L'uomo del giorno della classe Moto2 è un tedesco che lo scorso anno proprio a Jerez colse un ottimo terzo posto, e che quest'anno aveva già conquistato una vittoria. Veloce, Jonas Folger, lo è stato praticamente sempre negli anni, ma quest'anno probabilmente sta riuscendo a sfruttare e a non sprecare date occasioni.

Oggi, il tedesco ha mostrato una grande velocità tenendo inizialmente il ritmo di Tito Rabat, per poi approfittare di un leggerissimo lungo del campione del mondo alla Curva Pons. Folger non se l'è fatto ripetere due volte, prendendo la prima piazza e iniziando a martellare giri costanti e veloci.

Cosi, mentre Rabat continuava a perdere terreno nel finale, Folger si involava verso la vittoria. "E' stata una gara dura. Quando le gomme hanno cominciato a degradarsi sono riuscito a gestirle. Ho avuto dei momenti di difficoltà ma sono fiero della prestazione. Grazie al team".

Dicevamo di Rabat, che ha cominciato questo 2015 non nel migliore dei modi. Ed anche oggi Tito, ha rischiato di chiudere la gara con uno zero. Già, perchè proprio all'ultima curva dell'ultimo giro, un Alex Rins in piena rimonta ha provato ad infilarlo finendo per toccarlo sulla gomma posteriore.

Ad approfittare della manovra ci ha pensato Zarco, sfruttando l'accelerazione e chiudendo in seconda posizione una gara eccellente, tutta di rimonta. Per Zarco, considerando proprio la contemporanea caduta finale di Rins nel suo attacco a Rabat, un secondo posto che vale oro per la classifica di campionato: "Sono molto soddisfatto. La partenza non è stata brutta, ma alla prima curva non sono riuscito a superare. Non era facile. Rins era forte, ho visto Tito in difficioltà. Alla fine ho fatto il possibile per superarli. Io ho gestito la frenata e in accelerazione ho trovato la seconda piazza. E' quasi come una vittoria".

Terzo dunque Rabat, il cui podio ha comunque un retrogusto amaro, considerando l'attesa di colui che è il campione del mondo e la prima posizione tenuta per due terzi di gara. Tito però non è sembrato troppo contrariato: "Avevo fatto un buon setup per la gomma nuova, ma quando è decaduta avevo problemi di velocità in percorrenza. Ho frenato tardi all'ultima curva. Non ho visto nulla ma è andata cosi".

Quarta piazza per Luthi, davanit a Simeon ed al nostro Franco Morbidelli, sesto, davanit a Luis Salome  Simone Corsi. 13esimo Lorenzo Baldassarri.


CRONACA DI GARA

Partenza valida: Rabat si porta subito in testa, mentre Rins non parte altrettanto bene. Secondo ora Folger davanti a Nakagami, Luthi, Cortese e Corsi. Male anche Lowes, nono. I primi due, Rabat e Folger iniziano subito a dettare il ritmo, staccandosi da Luthi. All'ultima curva grande ingresso di Simeon e Cortese

- 25 giri al termine: Rins deve e vuole liberarsi di Nakagami e alla Pons, dopo due tentativi, riesce a portarsi in quarta piazza, ma staccato da Luthi. Corsi intanto è ottavo, dietro Simeon e Cortese. Rabat intanto continua a fare il ritmo.

- 24 giri al termine: giro più veloce di Alex Rins che cerca di recuperare sul trio davanti. Dietro è grande battaglia tra Corsi, Simeon, Zarco, e Cortese. Il romano sembra in forma che si porta in sesta piazza alla caccia di Nakagami.

- 23 giri al termine: 1'43.012. Rins sta correndo in maniera sibillina e sta recuperando su Luthi. E' in forma il rookie spagnolo. Attenzione a Lowes. L'inglese è praticamente scivolato in 18esima posizione. Era passato sul rettilineo d'arrivo fin troppo lento in accelerazione. Problema tecnico? Rins intanto ha ripreso Luthi e sta correndo benissimo.

- 22 giri al termine: Rabat davanti sta tenendo il ritmo e stacca Folger. Rins ha ora la necessità di superare Luthi. Intanto dietro, buona rimonta per Franco Morbidelli, ora 11esimo.

- 21 giri al termine: Luthi sembra aver quasi trovato motivazione dato dal pressing di Rins e ha girato più forte. Caduta per Axel Pons

- 20 giri al termine: davanti le posizioni rimangono invariate, ma dietro Morbidelli è risalito in ottava piazza, mentre Corsi rimane sesto dietro a Johann Zarco. Rins attacca su Luthi in curva 10, poi resiste esterno. Ora lo spagnolo è terzo e bisognerà vedere se riuscirà a ricucire lo strappo con Folger.

- 18 giri al termine: il più veloce in pista ora è Johann Zarco, ma si trova a 2.4 secondi da Luthi. Rabat intanto continua a tenere il ritmo in testa. Di contro, Sam Lowes evidentemente ha dei problemi. L'inglese è sceso in 21esima piazza

- 17 giri al termine: Rins guadagna altri due decimi sulla coppia di testa. Alla Pons Rabat esce molto largo, e Folger ne approfitta. I due si sfiorano. Ora è il tedesco a tenere la testa, ma questa manovra ha avvicinato Rins. Attenzione però a Zarco che in lontananza vede Luthi e sta girando più forte di tutti.

- 16 giri al termine: Morbidelli sta girando molto velocemente, ma è ottavo, ed ha un ritardo di un secondo su Corsi.

- 15 giri al termine: Folger riesce a tenere la testa e mantiene alcuni decimi su Rabat, ma occhio a Rins. Le posizioni sono ora congelate ma tutto può accadere, anche perchè bisogna vedere quando inizieranno a calare le gomme. Da segnalare la 13esima piazza di Simon, partito ultimo.

- 14 giri al termine: 1'43.352 il riferimento di zarco nell'ultimo passaggio. Il francese vede Luthi. Tutti i primi cinque protagonisti sono staccati di pochi decimi in posizioni congelate. Intanto Morbidelli ha superato Corsi.

- 13 giri al termine: cadute per Cortese e Cardus. Rabat intanto si sta avvicinando di nuovo a Folger.

- 11 giri al termine: Zarco ha oramai preso Luthi, ed ancora una volta è il più veloce in pista. Arriva all'ultima curva e prova l'attacco Zarco, ma Luthi chiude la porta e mantiene la quarta piazza

- 10 giri al termine: Al contempo, Rins ora ha perso tanto del suo vantaggio, in appena mezzo giro. O un errore o un calo delle gomme. Ma più che un errore sembra fortemente un problema di grip evidente. All'ultima curva Zarco non ci prova, ma la imposta larga per sfruttare poi la trazione.

- 09 giri al termine: Jonas Folger gira ancora molto forte in 1'43.4, Rabat non sembra in grado di replicare. Zarco prova l'attacco all'ultima curva e passa

- 08 giri al termine: sul traguardo Zarco resiste su Luthi tenendo l'interno. Rins prende qualche metro ma se ha problemi di gomme, difficilmente potrà resistere su Zarco che, di contro, sembra molto veloce.

- 06 giri al termine: Folger oramai ha preso un bel vantaggio su Rabat

- 04 giri al termine: posizioni oramai congelate. Salvo errori o problemi i primi due saranno Folger e Rabat. Più complicata la storia per il terzo posto tra Rins e Zarco. Ma attenzione, Rabat sta perdendo terreno rispetto a Rins. che Ohlins stressi di più la gomma anteriore rispetto alla WP oggi? Supposizioni

- 03 giri al termine: si ritira Mika Kallio

- 02 giri al termine: 9 decimi tra Rins e Rabat. 1'44.1 per il campione del mondo, 1'43.6 per il rookie di Sito Pons. Altri due decimi nell'ultimo intertempo. Rabat è in crisi nera

- Ultimo giro: 1'44.2 per Rabat. 1'43.7 per Rins, un decimo meglio Zarco. In tre si giocano il podio. Si arriva all'ultima curva. Rins prova l'ingresso su Rabat che difende bene. Il rookie tocca la gomma posteriore di Rabat e cade. Ne approfitta Zarco che chiude secondo. Già perchè in solitaria ha vinto Folger.

La classifica: 73 Zarco, 57 Folger, 49 Rins, Luthi 43, Morbidelli 43

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti