Tu sei qui

MotoGP, Jerez: Lorenzo ancora primo, Marquez recupera

FP2: Jorge vola con la mescola media, Marc ad un decimo con la dura. Iannone 3º davanti a Dovi, Rossi 13º

Cambiano le condizioni atmosferiche a Jerez, ma non le gerarchie. Nella FP2 della MotoGP, con 20 gradi in più sull’asfalto, Jorge Lorenzo si è confermato il pilota più veloce sul tracciato andaluso con un tempo di 1’39.300. Il maiorchino, in pista con gomme medie dopo aver utilizzato le dure al mattino ed all'inizio della FP2, ha nuovamente imposto un ritmo di 1’39 medio, facendo la differenza nel T3 e T4 e respingendo al mittente le accuse di chi lo dava in crisi dopo le prime tre gare della stagione concluse senza mai salire sul podio.

Non ha invece utilizzato la mescola media Valentino Rossi, soltanto tredicesimo al pomeriggio. Come Lorenzo, il pesarese ha lamentato una carenza di grip che da un lato causa sottosterzo e dall’altro ostacola l’accelerazione, ma ha preferito risparmiare uno pneumatico per i turni di domani. Sul ritmo, al momento, Rossi paga un secondo dal compagno di squadra.

Secondo tempo (+0.128) per Marc Marquez, il più veloce con gomma dura, che potrebbe essere la scelta maggioritaria in gara se le temperature dovessero rimanere invariate nel prosieguo del fine settimana. Il campione in carica, nonostante il dolore causato dal mignolo sinistro fratturato in allenamento circa una settimana fa, non ha fatto uso di anti-dolorifici ma ha lasciato intendere che potrebbe farseli somministrare nel prosieguo del fine settimana. A rigor di cronaca, il pilota di Cervera ha comunque mostrato la consueta aggressività in staccata, dove sembra ancora in grado di fare la differenza, sia al T1 che al T4, dove per esempio ha “sverniciato" Smith con una traiettoria interna – che potrebbe tornare utile in bagarre in gara – fin qui impossibile per chiunque altro.

In pista invece con le morbide entrambe le Ducati ufficiali. Sul finale, sia Andrea Iannone che Andrea Dovizioso sono riusciti ad approfittare della mescola resa disponibile dalle concessioni Open, realizzando i propri migliori riferimenti personali e chiudendo rispettivamente al terzo (+0.211) e quarto (+0.235) posto. Il passo con la media sale invece a 1’40 netto, solo mezzo secondo più lento. Ottima prestazione di Danilo Petrucci, sesto (+0.418) nella FP2. Insieme a Marquez, i tre ducatisti sono stati gli unici a migliorarsi nel pomeriggio tra i primi quindici in classifica. Grande equilibrio al vertice, in ogni caso, con i primi quindici piloti racchiusi in meno di un secondo nella combinata.

Da segnalare le cadute di Bradl e Melandri (curva 1), senza conseguenze fisiche. Ricapitolando: la combinata vede Lorenzo al primo posto davanti ad Aleix Espargaró, Marquez, Iannone, Dovizioso, Petrucci, Crutchlow, Pol Espargaró, Rossi, e Viñales, che chiude la Top 10 provvisoria.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti