Tu sei qui

SBK, UFFICIALE: EBR fuori dalla Superbike

Saltata la copertura del title sponsor Hero dopo la bancarotta. Pegram: "Orgoglioso di Canepa, torneremo"

Secondo lo stesso pilota/team manager Larry Pegram, c’era il 70% di possibilità che l’avventura del team EBR in Superbike continuasse nonostante i problemi finanziari che avevano portato l’azienda americana a chiudere i battenti. Purtroppo per lui e Niccolò Canepa (e tutte le persone coinvolte nel progetto), è stato l’altro 30% a contare di più, tanto che la squadra si è ritirata dal mondiale di derivate di serie con effetto immediato.

Le prime avvisaglie si erano avute già dalla scorsa settimana. Pegram avrebbe dovuto, per sua stessa ammissione, dare qualche notizia sul futuro della squadra il lunedì successivo al GP di Assen, e invece sono trascorsi quasi dieci giorni nel silenzio più assoluto. Nel mentre, il manager era volato negli Stati Uniti per cercare, invano, di prolungare la copertura da parte dello sponsor, il colosso indiano Hero MotoCorp.

“Con la bancarotta di EBR e la riorganizzazione attuata dal title sponsor Hero, Pegram Racing non è più in grado di continuare il suo programma con team Hero EBR. La nostra volontà è di tornare alle corse il prima possibile, ed annunceremo i nostri piani futuri al più presto”.

“È un brutto boccone da mandare giù – ha aggiunto Pegram – Abbiamo sempre corso con la mentalità di ‘non mollare mai’, e la squadra ha fatto un grande lavoro per migliorare i risultati dello scorso anno e rendere EBR e Hero orgogliosi. Niccolò Canepa ha guidato dal campione che è, lasciando letteralmente le persone a bocca aperta per quello che era in grado di fare con la nostra moto. Sono molto orgoglioso del lavoro che ha fatto. Sicuramente Pegram Racing tornerà, e sarà prima del previsto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti