Tu sei qui

MotoGP, Miller e Viñales: debuttanti a confronto

Maverick: "Marquez sembra non possa riuscire a frenare". Jack: "difficile quanto mi aspettavo"

Jack Miller e Maverick Viñales sono i due rookie ‘di lusso’ della MotoGP. Entrambi hanno dimostrato il loro talento nelle classi minori e quest’anno sono saliti in classe regina. Per l’australiano è stato un vero e proprio salto passare dalle Moto3 alle mille, ma anche lo spagnolo ha bruciato le tappe, transitando per la Moto2 per un solo anno.

Entrambi stanno facendo bene, Miller in Argentina ha tagliato il traguardo come migliore pilota Open e lo spagnolo ha chiuso nella top ten gli ultimi due GP. Il sito redbull.com ha messo a confronto i due debuttanti, che hanno parlato di questa avventura appena all’inizio.

La competizione è molto dura, devo correre contro i piloti più talentuosi e di successo del mondo. Non è facile ma è quello che mi aspettavo”, spiega il pilota Suzuki. “Il salto è stato grande, da gigante, quanto me lo attendevo – le parole dell’alfiere di LCR – Mi sto divertendo, sapevo che sarebbe stato difficile fare i giusti passi”.

Per tutti e due, l’apprendistato alla MotoGP è stato tosto ma lo hanno affrontato con il giusto spirito, senza volere subito strafare. “La potenza del motore è la cosa che mi ha sorpreso di più – spiega Viñales – La cosa più difficile invece l’elettronica, ci sono molte opzioni e a che il più piccolo cambiamento può portare a grandi effetti. Rispetto alla Moto2 la moto è completamente diversa e incredibile sotto ogni aspetto, è lo stato dell’arte tecnologico”.

Jack Miller e Maverick ViñalesMiller ha incontrato problemi diversi, “lo stile di guida innanzitutto, in Moto3 devi guidare in carena mentre con la MotoGP dei sporgerti per consumare meno le gomme – sottolinea – La potenza frenante poi mi ha sorpreso, ancora più della potenza. Per questo ho dovuto migliore la mia condizione fisica, per potere sfruttare la frenata”.

Per quanto riguarda gli avversari, Maverick è rimasto impressionato da Marquez: “quando lo vedi entrare in curva pensi: è impossibile che riesca a fermare la moto! Sto cercando di imparare da lui”. Miller invece non sottovaluta nessuno, “sto affrontando i migliori del mondo e posso imparare da ognuno di loro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti