Tu sei qui

SBK, Canepa: nessuna notizia da EBR

Il genovese vorrebbe "portare a termine l'impegno", ma potrebbe correre ad Imola da sostituto di Terol

“Lunedì potremo dare informazioni più precise”, aveva detto Larry Pegram, pilota e manager di EBR in Superbike, ad Assen. Il tempo è scaduto, ma ancora tutto tace. Una situazione difficile per tutta la squadra, che alla vigilia del GP in Olanda ha ricevuto una doccia fredda con la notizia della chiusura di EBR per bancarotta.

I segnali di ottimismo lanciati da Pegram ad Assen non hanno, fin qui, trovato conferme. Le moto sono tornate a Verdello, l’hub scelto da EBR per la logistica, mentre Pegram è volato negli Stati Uniti. La squadra ha un contratto di sponsorizzazione direttamente con Hero MotoCorp, azionista al 49% di EBR, ma alla luce delle vicissitudini finanziare è tutt’altro che scontato che l’avventura prosegua.

Temporeggiare, tuttavia, non giova a nessuno. Niccolò Canepa, visibilmente agitato, ha fin qui percepito regolarmente il proprio stipendio come il resto della squadra, ma il suo futuro è incerto. E nell’attesa potrebbe perdere altre opportunità professionali. Lo staff del genovese si è immediatamente messo all’opera per formulare un piano B, e già si vocifera di una possibile partecipazione con Althea – team con il quale Canepa ha corso nella stagione passata – ad Imola in veste di sostituto dal momento che Nico Terol (frattura del radio destro) ne avrà almeno per un mese.

“Ancora non ho saputo niente, ho parlato con Pegram ma ha detto che non ci sono novità – ha commentato Canepa – Francamente è una situazione scomoda, anche perché sono sotto contratto direttamente con la squadra (Pegram Racing, ndr) ed ho preso un impegno che vorrei portare a termine. Nel caso non potessi, però, ho bisogno di una liberatoria per trovare altre sistemazioni”.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti