Tu sei qui

Crutchlow: mai un livello così alto in MotoGP

"Il lavoro fatto ha pagato e sono riuscito a salire sul podio con tre moto diverse nella classe regina"

È servito un britannico a salvare l’onore della Honda in Argentina, di solito abituata a contare sugli spagnoli. Cal Crutchlow già nelle prove ad Austin si era fatto notare, ma a Termas de Rio Hondo ha piazzato il colpo giusto. La HRC gli ha dato fiducia con qualche pezzo buono e lui è stato lesto a ripagarli. In un campionato dove la concorrenza è spietata, salire sul podio con una moto satellite non è impresa semplice.

E’ stata bella gara, con grandi battaglie e devo ringraziare la squadra – le sue parole – So che il podio è arrivato grazie all’errore di Marquez, ma ho lottato con le Ducati, hanno fatto un bel lavoro e sia Iannone che Dovizioso guidano bene. Il passo che ha tenuto Valentino era incredibile, dopo 15 giri andava più forte che all’inizio. Da parte mia sono soddisfatto, ad Austin avevo avuto problemi, qui il grande lavoro ha pagato. Soprattutto la moto mi ha permesso di spingere forte anche nel finale”.

Il pilota del team LCR ha sfruttato al meglio il nuovo telaio.

Era arrivato in Texas, un aggiornamento previsto dall’inverno – spiega – La moto si adatta meglio al mio stile di guida, ma non è semplice perché ogni fine settimana devo reimparare la pista perché sono su una moto nuova. Inoltre penso che il livello della MotoGP di oggi sia il più alto di sempre”.

Verrebbe da immaginare – maliziosamente – che trovarsi di fronte la Ducati abbia dato una spinta in più a Cal.

Pensano tutti che io voglia battere la Ducati, ma non è così: io voglio battere ogni pilota – sottolinea – Ho fatto una bella battaglia con il Maniac Iannone, io mi sono divertito molto e penso che sia stato lo stesso per lui. Non gli ho riservato un trattamento particolare, mi sarei comportato nello stesso modo con chiunque. Quello che mi fa particolarmente piacere è essermi dimostrato competitivo, e salire sul podio, con tre diverse moto da quando corro in MotoGP”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti