Tu sei qui

Moto3, Antonelli 1°, 3 italiani nei primi 6

FP1 - Kent insegue in seconda posizione, quinto tempo per Fenati davanti a Bastianini

Vento e nuvole per questa prima giornata di prove libere sul tracciato argentino di Termas de Rio Hondo, che ospita il terzo appuntamento stagionale del motomondiale. I piloti della Moto3 riescono ad evitare la pioggia, anche se l’acqua sembra certa in vista dei prossimi turni. Pista molto sporca in questa FP1, meglio quindi evitare di prendere rischi.

Niccolò Antonelli non ha però voluto perdere tempo, iniziando il weekend con il piede giusto. E’ proprio dell’italiano la zampata vincente dell’ultimo minuto di libere, che scalza Kent dal primo posto, grazie al crono di 1’51”523. C’è voglia di rifarsi da parte dell’alfiere Honda, dopo un GP di Austin che gli ha lasciato sicuramente l’amaro in bocca. Il giovane di Cattolica strappa caschi rossi in tutti i settori della pista, nonostante si giri a oltre due secondi e mezzo dal record di Marquez dello scorso anno: “Purtroppo c’è tanto vento nel tratto veloce – ha spiegato il portacolori di Ongetta – l’ultima parte è sicuramente quella più insidiosa e bisogna fare molto attenzione. Le condizioni sono le stesse per tutti, speriamo ci sia un miglioramento”. Antonelli fa il passo, Danny Kent non vuole però concedere nulla, mancando la vetta per poco più di un decimo (+0.171). L’inglese, forte del successo in Texas, vuole tornare in Europa col secondo successo in tasca, con l’obiettivo di guardare tutti dall’altro.

Non solo Antonelli. Il venerdì mattina della Moto3 ha visto altri due italiani protagonisti. Stiamo parlando di Romano Fenati ed Enea Bastianini. L’alfiere del team Sky precede di soli 41 millesimi in quarta posizione il connazionale. Meglio di loro hanno fatto la Husqvarna di Vinales e la KTM di Miguel Oliveira. Nella top ten anche Masbou con il settimo tempo (+0.554), pronto a dare battaglia dopo un Gran Premio di Austin da dimenticare. Il francese della Honda è ora chiamato alla riscossa, per trovare sicurezze come in Qatar. Tra i primi dieci anche Andrea Locatelli (+0.711).

Più staccati tutti gli altri alfieri della pattuglia tricolore, con Manzi 21° (+1.632), seguito in 24^ posizione dal trio formato da Tonucci, Migno e Bagnaia. Ventinovesimo tempo per la Mahindra del Team Italia di Matteo Ferrari, staccato di oltre due secondi dalla vetta. Sessione da dimenticare per l’argentino Rodrigo, caduto a terra per ben due volta su quella che è la pista di casa.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti