Tu sei qui

Aragon, STK 600: Razgatioglu beffa Rinaldi

Scintille nella Superstock 600 con il turco che ha la meglio su un grintoso Rinaldi

Gara stellare quella che hanno offerto i ragazzi del campionato Superstock 600 negli 11 giri sul Motorland di Aragon. Bella prova di forze e classe dei piloti “azzurri” con Federico Caricasulo, ma soprattutto Ruben Rinaldi, rispettivamente terzo e secondo, a lottare con il coltello tra i denti per una gara da incorniciare.

Al via è proprio il pilota Kawasaki del Team Italia, a scattare al comando, seguito a ruota dal turco Razgatioglu e dal portacolori Honda, Federico Caricasulo che si mette alle costole dei due piloti Kawasaki. Dopo pochi giri i tre riescono a fare il vuoto alle loro spalle, con Caricasulo che le prova tutte per cercare di recuperare in curva il terreno perso sul lungo rettilineo di Aragon (la top speed della sua CBR600RR pagava dazio dalle Ninja di Razgatioglu e di Rinaldi). In testa è lotta tra i due alfieri Kawasaki, con Rinaldi che risponde colpo su colpo agli affondi del compagno di marca. Quest’ultimo, a 4 giri dal termine, con l’italiano che tenta l’allungo, da fondo alla cavalleria della sua Ninja ZX-6R e si riporta a ridosso della testa della gara. Ruben le prova tutte, facendo registrare il record della corsa al penultimo passaggio, ma l'alfiere del Team Puccetti Racing non ci sta e di forza infila l’avversario a due curve dal termine. E’ un arrivo sul filo di lana, con il pilota del Team Italia che tenta di rifarsi sotto, ma in accelerazione l’avversario è messo meglio da un'uscita dall’ultima curva con traiettoria più favorevole. Vincerà per soli 60 millesimi. Chiude il podio, quindi, il bravo Caricasulo.

La situazione degli altri nostri piloti vede il pilota Honda K.Manfredi in ottava piazza. Davide Stirpe chiude 11esimo, due posizioni più in basso troviamo invece Nicola Morrentino con la ZX-6R del team Berclaz. Dalla 16esima alla 18esima posizione abbiamo in fila Caruso, Spedale e Zaccone. In difficoltà i piloti MV Agusta con il giovane Manuel Pagliani ed il suo compagno di squadra Tatasciore rispettivamente 25esimo e 26esimo. Chiude la pattuglia tricolore Bernardi su Yamaha R6 al 28esimo posto.

(photo by WSBK.com)

Di seguito la classifica completa:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti