Tu sei qui

MotoGP, Rossi: pioggia e cani, che strano Texas!

PARLANO I BIG. Dovizioso: "confermate le sensazioni dell'asciutto". Iannone: "poca sintonia con la moto"

La prima sessione di prove libere ad Austin si è conclusa con una Ducati – quella di Dovizioso – davanti a tutti e Marquez alle calcagna. Non è andato male Rossi, 4°, e migliore dei piloti Yamaha, mentre hanno sofferto Lorenzo e Iannone. E’ comunque stato un turno importante in vista della gara perché i piloti hanno potuto saggiare per la prima volta il grip della pista texana con l’acqua e provare le moto 2015 in queste particolari condizioni.

Andrea Dovizioso (1°):Sicuramente è stata una buona partenza, anche se non è stato facile prendere il ritmo su una pista così lunga. Il grip offerto dall’asfalto è buono, le gomme si sono consumate molto ma in maniera ottima. Con la GP15 però non mi sono trovato ancora benissimo, sono stato veloce ma non riesco ancora a essere fluido e a chiudere le curve come vorrei. In frenata ho le stesse sensazioni che ho sull’asciutto, ho qualche difficoltà a fermare la moto e poca fiducia sull’anteriore. Però si tratta solo di rifiniture e possiamo portare avanti sul bagnato il lavoro in programma sull’asciutto. In queste condizioni è meno divertente guidare e c’era anche un po’ di acquaplaning per la troppa acqua. Per ora non riesco ancora fare un confronto sul bagnato tra la GP14 e la nuova moto”.

Valentino Rossi (4°): è molto strano trovare la pioggia in Texas e anche vedere un cane correre lungo la pista! Ci aspettavamo il maltempo e l’abbiamo trovato. È stato un bene avere avuto l’occasione di guidare sull’acqua e il grip della pista è buono. Il primo turno di libere non è andato male, sono 4° e abbastanza felice perché ho buone sensazioni in sella. Anche se c’è ancora tanto lavoro da fare, è stato un buon modo per iniziare il fine settimana. Sul bagnato cambia tutto: è difficile capire quale potrebbe essere il proprio potenziale in caso di asciutto ma sono abbastanza soddisfatto perché in passato sono stato raramente forte con la pioggia”.

Jorge Lorenzo (9°):questa è stata la prima volta che abbiamo girato col bagnato ad Austin ed è stato interessante scoprire il comportamento della moto e il grip in queste condizioni. Per essere onesto non è male, l’unico problema è che in certe curve ci sono delle pozzanghere che rendono la vita un po’ difficile. Sono stato il pilota più lento sulla Yamaha perciò ho bisogno di tempo per migliorare. Abbiamo bisogno di maggiore aderenza al posteriore e nel secondo turno lavoreremo su questo punto. Le previsioni metero non ci danno buone notizie, ma il fine settimana è lungo e aspettiamo di vedere cosa accadrà. È stato difficile essere competitivi perché non ho grande fiducia sul bagnato e devo migliorare. Proveremo qualche soluzione nel pomeriggio ma non sono troppo distante dai miei rivali”.

Marc Marquez (2°): “Direi che è andata abbastanza bene, pensavo che questa pista avesse meno grip con l’acqua e invece non è male, anche se non tra i migliori. A fine turno ho preso una grande imbarcata, ho provato a spingere di più ma la pista non era in perfette condizioni. È importante avere provato sotto la pioggia perché ci sono buone probabilità di disputare la gara sul bagnato. Dobbiamo continuare a lavorare perché con l’acqua le condizioni cambiano continuamente e quello fatto al mattino potrebbe non funzionare al pomeriggio. Rispetto alla 2014, la nuova RC213V è un po’ diversa, soprattutto all’anteriore, ma non ho ancora tutte le informazioni per fare un confronto preciso. Ducati va forte? Me lo aspettavo, saranno della partita”.

Andrea Iannone (19°): “Non abbiamo ancora ben capito cosa sia successo, non avevo la giusta fiducia per potere spingere. Abbiamo avuto un problema a un sensore che abbiamo sostituito, ma la situazione non è cambiata. Ora avremo un po’ di tempo per analizzare cosa è accaduto. La GP15 non va male sul bagnato ma non so se sia stata per colpa della pista o della moto, ma faticavo a guidare, non c’era sintonia fra me e la D16.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti