Tu sei qui

SBK, Ducati, "rifinitura" a Misano in vista di Aragon

Due giorni di test al gran completo. Davies: "Sempre utile riprendere il ritmo, e Aragon mi piace come pista"

Dopo il doppio podio di Chaz Davies – due volte terzo in Australia – il team ufficiale Ducati Superbike non ha avuto vita facile sul nuovo tracciato tailandese di Buriram. La pista di Aragon, che darà inizio questo fine settimana al tour europeo delle derivate di serie, non ha fin qui portato particolare fortuna alla bicilindrica di Borgo Panigale, che per l’occasione è stata messa alla prova per due giorni sul circuito di Misano prima dell’entrata in vigore del “test ban” che coincide con il primo round europeo.

Ad eccezione di Davide Giugliano, infortunato ma in fase di recupero (ha già ripreso ad allenarsi e tornerà in pista ad Imola), la squadra era al gran completo. Oltre a Davies e Xavi Forés, sostituto del romano, c’era anche il collaudatore Luca Scassa, che sta riprendendo confidenza con la pista dopo un lungo stop imposto dal brutto infortunio al femore rimediato lo scorso anno al Mugello in prova con la ART. Insomma, ai tecnici non sono certo mancati i dati per preparare al meglio i prossimi impegni.

“I due giorni di test sono stati molto utili per comprendere meglio e lavorare su un paio di problemi che abbiamo avuto a Chang, poi è sempre utile girare prima della gara e prendere di nuovo un buon ritmo – ha dichiarato Davies che, seppur con un’altra moto, ha centrato una doppietta ad Aragon nel 2013 – Guardo con fiducia ad Aragon, è una pista che mi piace molto e dove ho fatto in passato buoni risultati.”

Soddisfatto Forés, anche lui autore di un podio sulla pista di casa nel 2013, quando però correva nel CEV.

“Sono contento di aver avuto la possibilità di girare questi due giorni a Misano prima della gara – ha detto lo spagnolo – Mi sono sentito subito bene con la moto, e abbiamo fatto qualche prova di setup che mi ha dato ulteriore fiducia. Non vedo l’ora di iniziare questo week-end ad Aragon e sono fiducioso di poter fare un buon lavoro”.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti