Tu sei qui

SBK, Aragon: nuova "media" portata da Pirelli

Forti escursioni termiche e asfalto abrasivo. Debutta la nuova posteriore di sviluppo chiamata T1392

Dopo due gare oltreoceano, in Australia e Tailandia, la Superbike tornerà questo fine settimana nella roccaforte europea per il terzo appuntamento stagionale, in scena ad Aragon. Il Motorland presenta un asfalto più abrasivo della media, con condizioni meteo che variano nel corso della giornata, con forti escursioni termiche tra mattino e pomeriggio.

Le temperature sono ovviamente una variabile chiave nella scelta degli pneumatici, e per l’occasione Pirelli porterà tre soluzioni da asciutto per l’anteriore ed altrettante per il posteriore, alle quali va aggiunta la gomma da qualifica. All’anteriore, oltre alle slick SC1 (media) e SC2 (dura) di gamma, sarà disponibile la SC1 di sviluppo S1699 che ha debuttato proprio ad Aragon nel 2014 (fu la soluzione più utilizzata in gara) ed offre un maggior sostegno nell’approccio alle curve a favore di una migliore precisione di guida. Per il posteriore, oltre alla SC0 (morbida) e SC1 di gamma, debutterà una nuova soluzione di sviluppo, la T1392, che si differenzia dalla SC1 di gamma per un diverso sistema costruttivo che dovrebbe garantire una performance più omogenea per tutta la durata della gara.

Tre anche le soluzioni intermedie, sia per l’anteriore che per il posteriore, otto quelle da pioggia. Tra queste ultime, sarà presente anche uno pneumatico posteriore da bagnato di sviluppo, la soluzione T1161, che punta ad offrire maggiore stabilità in rettilineo e in frenata.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti