Tu sei qui

SBK, Aragon, la Stock riparte con 29 italiani

La pattuglia azzurra avrà 14 rappresentanti nella Stk1000 e 15 nella Stk600

Come da tradizione, il ritorno del circus della Superbike in Europa coincide con il debutto della categoria Stock, sia 1000 che 600.

Nella 1000, sono ben 14 gli italiani al via. Due di questi, Remo Castellarin e Michele Magnoni, sulla nuovissima Yamaha R1 che verrà “rodata” in pista in configurazione Stock in attesa di debuttare in SBK (dove sembra destinata a seguire le orme di BMW, puntando su un esteso supporto clienti invece di un’enfasi su un team ufficiale). Gli altri azzurri al via: Riccardo Cecchini (Kawasaki), Alberto Butti (Kawasaki), Francesco Cavalli (Kawasaki), Federico Sanchioni (Kawasaki), Fabio Massei (Ducati), Luca Salvadori (Ducati), Raffaele De Rosa (Ducati), Federico D’Annunzio (BMW), Fabio Marchionni (BMW), Roberto Tamburini (BMW), Lorenzo Savadori (Aprilia), Kevin Calia (Aprilia).

Nella 600, terreno di caccia dei piloti più giovani, saremo invece rappresentati da 15 aspiranti campioni: Micheal Ruben Rinaldi (Kawasaki), Andrea Tucci (Kawasaki), Riccardo Caruso (Kawasaki), Luca Vitali (Kawasaki), Nicola Jr. Morrentino (Kawasaki), Davide Stirpe (Kawasaki), Alessandro Zaccone (Honda), Kevin Manfredi (Honda), Federico Caricasulo (Honda), Christopher Gobbi (Yamaha), Alex Bernardi (Yamaha), Massimiliano Spedale (Yamaha), Stefano Casalotti (Yamaha), Manuel Tatasciore (MV Agusta), e Manuel Pagliani (MV Agusta).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti