Tu sei qui

KTM T'N'T Days: una giornata sulla Bestia

In sella all’esplosiva Superduke 1290 R sui saliscendi del Mugello

KTM T'N'T Days: una giornata sulla Bestia

“Una bestia, per sua natura, non riesce a frenarsi”, declamava Ghandi, riferendosi a quelle situazioni dove sarebbe cosa saggia e giusta saper gestire la rabbia in corpo. Ci sono casi però in cui l’impeto di rabbia può essere costruttivo se si riesce ad incanalarlo sul giusto binario, lo chiamano autocontrollo.

Ma diciamo la verità, da fieri ed orgogliosi motociclisti, quanti di noi sanno resistere a quel che spesso appare come un vero e proprio canto di sirena, che si annida subdolo nella parola “bestia”, quando si tratta di due ruote? Un aggettivo che sconvolge i sensi, porta ad immaginare forti scariche di adrenalina ad ogni manata di gas, gloriosi monoruota, curve di traverso. Sensazioni che in questo caso ci fanno apprezzare la rabbia, ma solo quella del mezzo che cavalchiamo. Se poi si ha modo di incanalarne l’impeto su un binario come quello che sa offrire una pista come il Mugello…

IN PISTA CON KTMI TNT Days sono una serie di appuntamenti dedicati a tutti coloro i quali desiderino trascorrere dei bei momenti in circuito (clicca QUI per saperne di più). Divertirsi, con la propria moto, che sia una KTM o di altra Casa, in sicurezza, e farlo tra i cordoli di una pista. Le location che la Casa austriaca propone ai clienti sono un invito a nozze per gli amanti della guida sportiva: Mugello in primis, ma anche Rijeka, Orschrsleben, Pannonia Ring, Nogaro tra le tante proposte. In queste occasioni è possibile mettere le mani sulla produzione KTM, ma anche recarsi in circuito con il proprio mezzo e girare una giornata a prezzi assolutamente competitivi.

Per noi l’occasione è arrivata con le date organizzate sull’autodromo del Mugello da KTM insieme al partner per l'evento GA Promotion. Essere su una delle piste più belle e impegnative dell’intero panorama mondiale, è già di per sè gratificante, se poi viene vissuta insieme alla rabbiosa roadster Superduke 1290R, basta ed avanza per caricarci a mille.

Una moto che, sin dalla sua presentazione ha fatto centro nel cuore di tanti appassionati allettati dai numeri che questa naked sforna. Il bicilindrico a V di 75° da 1301 cc è in grado di sprigionare la notevole potenza di 180 CV a 8.850 giri che, abbinati al valore di coppia di 144 Nm a 6500 giri/min (con 100Nm disponibili già a 2.500giri) ed un peso dichiarato a secco di 189Kg, rende la Superduke un “giochino” niente male quando si decide di aprire il gas. Se poi si decide di fare a meno degli aiutini dell’elettronica, si entra in modalità “teppismo” e qui è il caso di farlo davvero solo in pista….

NEL RECINTO DEL MUGELLO – Vi diciamo subito che con questa moto, strada o pista che sia, ci si può davvero divertire, merito senza dubbio di una gran ciclistica ed un motore bello pieno, sostanzioso, sin dai regimi più bassi.

Siamo in pit-lane ed una serie di 1290R in parata ci attendono. Inforchiamo quella assegnata e via, il semaforo è verde i commissari ci danno l’OK. Possiamo andare. Beh, che la “Kappona” avesse un gran motore lo avevamo intuito, ma sentire la ruota anteriore cabrare con una seconda-terza appoggiata lì facile, non ce lo aspettavamo…e siamo solo nella corsia di ingresso in pista. Cominciamo bene!

Dopo aver fatto quasi un giro in modo sciolto, per prendere un po’ il ritmo, alle Biondetti, la esse che immette poi sul breve rettilineo prime della Bucine, decidiamo che è il momento di spingere un po’. Ingresso alla Bucine, il motore ti tira fuori come un ossesso, rabbioso, ma allo stesso tempo esaltante, siamo di terza , “vediamo” l’uscita ed iniziamo ad aprire: terza quarta quinta sesta, il tachimetro vola oltre i 275 Km/h ben prima dello scollinamento (con una naked e senza riparo aerodinamico, è senza dubbio un gran bell’andare), a quel punto lasciamo perdere il gratificante strumento e ci dedichiamo ad affrontare la staccata che verrà, quella della S.Donato.

Superato il cartello dei 200 si tira la leva e la Superduke 1290 R sfodera una frenata impeccabile, sia per mordente del doppio disco anteriore sia per l’assetto che la rende sempre ben piantata, grazie ad una forcella ben tarata ed un interasse (da 1482 mm) che predilige molto la stabilità e, considerate le doti di coppia del motore, è una scelta saggia.Dalla S. Donato ecco arrivare la serie di “esse” come Luco-Poggio Secco e Materassi-Borgo S.Lorenzo, ma dove la ciclistica fa la differenza è la Casanova Savelli, la esse in discesa che porta alle due Arrabbiate.

L’assetto e la naturalezza nell’infilarsi sia alla esse che all’uscita delle Arrabiate è da riferimento, con la moto che sembra inserita in un binario. Poco scomposta sia all’ingresso della Casanova sia in uscita a (patto di dosare il gas), poi, dalla seconda delle Arrabbiate. Questo nonostante la posizione di guida sia un po’ sacrificante per noi. Il manubrio lo sentiamo troppo vicino con il peso che carica molto l’anteriore, e poca possibilità di movimenti longitudinali del corpo (in rettilineo ci appoggiamo sul codino). Una posizione di guida studiata per una moto dalla vocazione stradale, e fatta più che altro per tenere ben fermo il toro per le corna con l'avantreno pronto al decollo. In questo caso la triangolazione è più che azzeccata, è in pista che si paga forse dazio , ma ci può stare, non si può avere tutto.

Ultimo assaggio di direzionalità al Correntaio e poi via di nuovo verso le Biondetti, in uscita dalla seconda siamo in terza e apriamo con anteriore che cabra felicemente mentre si appoggia la quarta e ci si fionda come un fulmine verso la Bucine, ancora un altro sorso di rigorosa percorrenza in curva e poi via, ci tuffiamo sul lungo rettilineo a tirar fuori tutta la rabbia del motore….250…260…270…

KTM SUPERDUKE 1290R SCHEDA TECNICA

Tipo motoreMotore a ciclo Otto a 2 cilindri e a 4 tempi, disposizione a V a 75°, raffreddato a liquido
Cilindrata1.301 cm³
Potenza132 kW (180 PS) a 8.850 giri/min
Coppia
144Nm a 6.500 giri/min
Telaio
Telaio a traliccio in tubi di acciaio Cr-Mo
Sospensioni
Forcella WP Uspide Down; mono WP regolabile
Freni
Ant. doppio disco da 320 mm conpinze monoblocco; posteriore disco da 240 mm
Interasse
1482mm (+o- 15mm)
Peso a secco
189 kg
Altezza sella
835mm
FrizioneFrizione antisaltellamento PASC™ / azionata idraulicamente
Prezzo
15.950 euro f.c

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti