Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: tradito da un problema al casco

Il rivestimento interno si stacca, bloccando la visuale. Marquez: “11 punti preziosi”

Ad eccezione del GP di Laguna Seca, dove corre solo la classe regina, era dalla gara del 2005 in Cina che la Spagna non piazzava almeno un pilota sul podio in una delle tre categorie del motomondiale. Il trionfo italiano del Qatar ha coinciso con la fine di una delle strisce più lunghe della storia di una nazione nelle due ruote, ma è ancora troppo presto per parlare di fine di un’era. Certo, ci si aspettava di più da Marc Marquez, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, ma per uno strano (e triste) caso del fato tutti e tre i “tenori” iberici hanno vissuto una giornata da dimenticare. Tra due settimane, la rivincita è fissata in Texas. Nel frattempo, ecco le dichiarazioni dei diretti interessati.

Jorge Lorenzo: “È stata una gara difficile. Ero secondo dopo la partenza, attaccato a Dovizioso. Ero più rapido di lui nei curvoni veloci e l’ho passato dove ho potuto, ma la nostra moto era meno competitiva della Ducati in velocità di punta e frenata. Come accelerazione, invece, eravamo simili. Onestamente credevo di poter vincere, anche se non sarebbe stato facile visto il passo di Valentino sul finale. Ero a mio agio, ma è successo qualcosa al casco ed il rivestimento si è sganciato, così avevo il campo visivo ridotto a metà. Non sono più riuscito a mantenere la concentrazione ed il ritmo. Ero mezzo secondo più lento. Un peccato, potevo lottare per la vittoria invece ho chiuso al quarto posto”.

Marc Marquez: “Dovremmo essere contenti per aver portato a casa 11 punti in una gara dove potevamo tranquillamente restare a bocca asciutta. È stato un GP difficile, dove ho commesso un errore alla prima curva che mi ha fatto scivolare in ultima posizione. Ho dovuto fare una rimonta, spingendo al limite per tutta la gara. Alla fine ho capito che non potevo riprendere il gruppo di testa. Di positivo c’è che abbiamo girato con il loro stesso passo. Ci riproveremo ad Austin, con ancora più voglia di far bene”.

Per quanto riguarda Dani Pedrosa, la questione pare purtroppo ben più complessa. Lo spagnolo ha detto di “non poter più correre in queste condizioni” riferendosi ai problemi muscolari al braccio destro (sindrome compartimentale) che lo avevano afflitto in tempi recenti, costringendolo a due operazioni. Per la dichiarazione completa, cliccate QUI!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti