Tu sei qui

Qatar: prima firma di Folger in Moto2

Lowes e Rabat a terra, guasto tecnico per Zarco. Ne approfitta il tedesco, quinto posto di Morbidelli

Si dice che la fortuna aiuti gli audaci e, grazie anche a cadute (Sam Lowes e Tito Rabat) e guasti tecnici (Johann Zarco) degli avversari favoriti, Jonas Folger ha centrato la prima vittoria in carriera in Moto2 in Qatar. Una gara forse meno spettacolare del solito per la classe intermedia, con quasi più cadute che sorpassi, ma non per questo poco emozionante. Sul podio anche Xavier Simeon e Thomas Luthi, mentre Franco Morbidelli ha eguagliato con un quinto posto il proprio miglior risultato in carriera nel motomondiale. Prova positiva anche per Lorenzo Baldassarri, decimo, mentre continua la sfortuna di Simone Corsi, finito a terra dopo essere stato colpito alle spalle da Tito Rabat.

“Non riesco ancora a crederci – ha detto FolgerNon so cosa sia successo agli altri, ma ho tenuto il mio passo fino alla fine e sono riuscito a vincere”.

È stata una bella gara, sono partito bene ma ho sofferto un po’ col chattering e ho fatto fatica a stare attaccato ai primi – è invece il commento a caldo di MorbidelliHo provato a giocarmela nel secondo gruppo, ma Rins e Luthi ci hanno fregato. Comunque ho eguagliato il mio miglior risultato alla prima gara, quindi andiamo in Texas fiduciosi”.

LA CRONACA – Ottimo spunto di Lowes dalla pole con Zarco e Rabat ad inseguire e Morbidelli in quarta posizione. L’italiano attacca subito il campione in carica in staccata e lo manda largo. Bella partenza anche di Corsi, sesto, ma Lowes e Zarco prendono immediatamente margine. Il francese si porta in testa al termine del primo giro.

Al secondo giro, Zarco stampa subito un 1’59.918 che diventa il nuovo record di categoria in gara. Lowes resta a due decimi, mentre Morbidelli lotta con Simeon per il quarto posto con Folger in terza posizione solitaria. Bella lotta anche tra Corsi e Cortese per la sesta posizione, mentre Rabat non riesce a rimontare dall’ottava posizione.

Colpi di scena alla fine del secondo giro, con Lowes a terra all’ultima curva dopo un errore in ingresso. Anche Rabat cade alla prima staccata del passaggio successivo. Lo spagnolo va lungo in staccata e colpisce uno sfortunatissimo Corsi. Contatto anche tra Pons e Salom (incolpevolmente colpito dalla moto del connazionale), entrambi costretti ad abbandonare la gara. Ne approfitta Baldassarri per entrare in zona punti in dodicesima posizione.

Zarco gira mezzo secondo più veloce degli inseguitori e, dopo soli cinque giri, ha già cinque secondi di vantaggio su Folger, secondo davanti a Simeon. Morbidelli è quarto ad un secondo dal podio. A metà gara, Zarco continua da solo al comando. Anche Folger e Simeon procedono a distanza, mentre Morbidelli (4º) subisce il rientro di Cortese, Luthi e Kallio. L’italiano però si difende egregiamente, forte anche di una staccata molto competitiva. La fuga di Cortese ha vita breve, con Morbidelli che si riporta al quarto posto quando mancano sei giri dal termine. Buona prova anche di Baldassarri, nono in lotta con Rossi, Cardus ed Alex Marquez.

Ennesimo colpo di scena a tre giri dal termine: Zarco, quando pareva avviato verso una vittoria certa, ha problemi al cambio. Sono quindi Morbidelli, Rins, e Cortese a dare spettacolo negli ultimi giri, mentre Luthi si stacca portandosi in terza posizione provvisoria. Il debuttante Rins sembra avere meno problemi di Morbidelli per quanto riguarda la gestione delle gomme, e ottiene senza difficoltà il quarto posto sfiorando addirittura il podio. Vince dunque Folger, con Simeon e Luthi alle sue spalle. Morbidelli, quinto, eguaglia il proprio miglior risultato di categoria. Decimo Baldassarri.

LA CLASSIFICA



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti