Tu sei qui

MotoGP, Crutchlow: aspettare una scia? pericoloso

"Non è il modo di guidare in pista" e Di Meglio è gia stato penalizzato dopo un solo turno di libere

Inizia la stagione e tornano i vecchi problemi, come quello dei piloti che circolano a velocità da codice della strada nel bel mezzo della pista per cercare la scia buona. Una moda nata nelle piccole cilindrate (dove un traino fa grande differenza) e da qualche tempo diffusasi anche tra i big della MotoGP. Per altro i piloti erano stati avvertiti mercoledì: niente condotte pericolose o scatta la penalità.

Detto fatto: è bastato un solo turno di libere e c’è già stata la prima tirata di orecchie a Mike di Meglio, che prima dell’ultima curva procedeva lentamente e ha dato fastidio a Crutchlow. Al francese è stato commissionato un punto di penalità e l’inglese si è arrabbiato molto.

Non capisco: avevamo fatto una riunione ed era stato detto chiaramente di non aspettare nessuno. Soprattutto prima dell’ultima curva, un posto molto pericoloso – spiega Cal - Si arriva molto forte e non è facile calcolare le distanze quando un pilota va 100 km/h meno di te. Ti sembra distante e in un attimo gli sei attaccato. Quella non è una frenata semplice, basta fare un piccolo errore e la situazione potrebbe diventare molta pericolosa”.

Il pilota di LCR non le manda a dire e ha ragione.

Mi sono arrabbiato, perché tutti sanno che non è una cosa che devi fare eppure qualcuno continua. È pericoloso e non serve a niente, non penso sia questo il modo di guidare in pista”, conclude.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti