Tu sei qui

MotoGP, Marc Marquez: attenti alle Ducati!

"Bello che Stoner torni a correre, non mi sorprende". Pedrosa: "bisogna concentrarsi sulle qualifiche"

Neanche Marc Marquez si aspettava nemici così agguerriti sulla sua strada. Il piccolo diavolo ha chiuso sempre in testa i primi tre turni di libere della stagione, ma non è stato semplice. Ha dovuto dare fondo al suo talento per riuscirci e basta leggere la classifica per capirlo: i primi 9 piloti sono i meno di quattro decimi, i 15 sotto il secondo.

Un po’ me lo aspettavo, abbiamo tutti fatto un test qui appena una settimana fa ma i distacchi sono veramente piccoli – osserva – In qualifica bisognerà essere veramente concentrati, un errore e parti in terza fila. Mi aspetto le Ducati molto difficili da battere in quelle condizioni, non hanno mostrato tutto il loro potenziale: sono loro le più forti. Ma non dimentico Dani e non sottovaluto mai le Yamaha”.

Il numero degli outsider potrebbe crescere, grazie anche alla gomma morbida. Marc ne ha già avuto una dimostrazione oggi.

Mi è capitato di seguire Aleix sulla Suzuki andava veramente forse e potevo passarlo solo sul rettilineo, con quella gomma in curva era impossibile. Comunque sono contento, non sono migliorato tanto sul giro secco ma sul passo, che è la cosa più importante”.

Marquez commenta anche il ritorno alle corse di Stoner.

Penso sia bello e non mi sorprende molto questa sua decisione, Casey è giovane e in grado di farlo. Io alla 8 Ore per ora non ci penso, mi basta la MotoGP. Magari capiterà l’occasione in futuro”.

La sensazione è che anche Dani Pedrosa possa guardare al GP con ottimismo. Il catalano non è tipo che lancia proclami ma tutti gli avversari lo osservano con attenzione.

Con due turni di prove libere a disposizione sono stato in grado di acquistare maggiore confidenza della moto e della pista. Entrare direttamente nelle Q2 è un bene e domani dovrò concentrarmi sugli ultimi particolari e a qualificarmi bene”, la sua analisi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti