Tu sei qui

MotoGP, Pirro prova le Michelin... e la GP 15

I test in Qatar terminati con i long run. Il tester Ducati molto vicino ai suoi tempi con le Bridgestone

Non era iniziata sotto i migliori auspici questa giornata di test per Michelin a Losail. La pioggia caduta ieri ha sporcato irrimediabilmente l’asfalto e con soli due piloti in pista (Pirro con la Ducati e Aoyama con la Honda) era impossibile pulirlo. Tanto che, dopo i primi giri, sono state mandato quattro auto in pista a inanellare alcuni giri e rendere le condizioni migliori.

A qualcosa dev’essere servito e le gomme francesi si sono dimostrare molto competitive anche in condizioni così difficili. Pirro ha girato appena quattro decimi più lento che con le Bridgestone con crono di 1’56”9, Aoyama è invece stato più lento del ducatista di circa un secondo (ma non aveva provato negli scorsi giorni). Un risultato che conferma il buon lavoro che stanno facendo a Clermont-Ferrand.

Il loro lavoro dei due collaudatori è stato doppiamente importante: Michelin ha bisogno di dati sulla pista in cui debutterà ufficialmente in gara nel motomondiale il prossimo anno, non essendo previsti altri test in Qatar. Il secondo è stato verificare le evoluzioni apportate alle gomme dopo le indicazioni dei piloti avute in Malesia.

Per queste prove, dalla Francia sono arrivati tre nuovi pneumatici posteriori diversi per carcassa e altrettante mescole sono state portate per il posteriore.

Michele Pirro ha inoltre approfittato dei test per fare lo shakedown delle due GP 15 di Dovizioso e Iannone che i meccanici Ducati avevano finito di montare ieri. La pioggia aveva però impedito di verificare che funzionassero al meglio e questa giornata ha dato l’opportunità di averne la conferma.

Questo significa anche che i due piloti ufficiali avranno due GP 15 a testa per il primo Gran Premio della stagione. Pirro ha comunque effettuato solo pochi giri sulle nuove Desmosedici, poi è tornato sulla GP 14.3 per completare le prove per Michelin. Sia lui che Aoyama nell’ultima ora a disposizione si sono impegnati anche in un long run.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti