Tu sei qui

Moto2 e Moto3 a Jerez, pioggia protagonista

Primo tempo di Antonelli su Honda nella classe cadetta, Fenati 7º. In Moto2 si impone Simon sul bagnato

La pioggia che ha ostacolato l’ultima giornata di prove della MotoGP in Qatar sembra essersi rapidamente spostata sopra il circuito di Jerez, teatro degli ultimi test di Moto2 e Moto3 prima dell’inizio della stagione. Un clima insolitamente invernale per il circuito andaluso (12 gradi sull’asfalto e acquazzoni a intermittenza) ha dunque rovinato i programmi di squadre e piloti, che hanno passato più tempo ai box che in pista.

Moto3 – Niccolò Antonelli ha siglato il miglior tempo nella prima sessione, con pista sostanzialmente asciutta ma in condizioni tutt’altro che ottimali. Il pilota di Cattolica, passato a Honda con i colori del team Ongetta, ha fermato il cronometro su 1’49.055, a quasi tre secondi dalla pole position di Miller dello scorso anno (1'46.173).

Alle sue spalle, staccato di 0.381, c’è Isaac Viñales. Seguono, in rapida successione, Brad Binder, Miguel Oliveira e Danny Kent, tutti a quattro decimi dall’italiano. Più staccato (+0.765), il giapponese proveniente dal CEV Hiroki Ono ha preceduto Romano Fenati, settimo a +0.905 sulla KTM del team Sky – VR 46. Chiudono la Top 10 John McPhee, Karel Hanika, ed il rookie Fabio Quartararo.

Undicesimo tempo per Andrea Locatelli (+1.347), pronto a debuttare con i colori del team Gresini in sella alla Honda a fianco di Enea Bastianini, soltanto 17º in questa giornata di apertura con soli otto giri all’attivo. Dodicesimo tempo (+1.468) per Matteo Ferrari con la Mahindra del Team Italia, mentre il suo compagno di squadra Stefano Manzi, esordiente costretto a saltare la gara di apertura per limiti di età, si è portato in quindicesima posizione (+1.523).

Francesco Bagnaia, passato anche lui a Mahindra con i colori di Aspar, si è dovuto accontentare della diciannovesima posizione (+2.075) ed è stato l’unico italiano a girare con la pioggia, più che altro per prendere le misure alla nuova moto (secondo nell’ultima sessione, a 4’’ da Remy Gardner, con un 2’12.455). Fanalini di coda Alessandro Tonucci ed Andrea Migno, a tre secondi abbondanti dal tempo di Antonelli, rispettivamente 32º e 33º.

Moto2 – Julian Simon si è aggiudicato il miglior tempo di giornata grazie ad un 1’55.568 ottenuto con gomme da pioggia nella terza ed ultima sessione (1'42.766 la pole di Kallio sull’asciutto lo scorso anno). Lo spagnolo su Speed Up ha preceduto Marcel Schrotter (+0.373) ed il vice-campione Mika Kallio (+0.495). Quarto tempo per Hafizh Syahrin, già sugli scudi nei primi due turni, staccato di +0.710 ed ultimo pilota sotto al secondo di distacco.

Chiude la Top 5 Randy Krummenacher (+1.212) davanti ad un infaticabile (53 giri) ma ancora attardato Tito Rabat, che già negli ultimi test a Jerez si era dovuto accontentare della terza posizione. Alle spalle del campione in carica si sono piazzati Anthony West, Johann Zarco, e Florian Alt, mentre Lorenzo Baldassarri chiude la Top 10 a +2.163 su Kalex. Diciottesimo Simone Corsi con soli otto giri all'attivo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti