Tu sei qui

MotoGP, Ducati: partiamo per lottare coi migliori

Dovizioso: "ora lavoriamo come Honda e Yamaha". Iannone: "in grado di stare con i primi"

La Ducati ha chiuso in testa e con due moto nelle prime tre posizioni nei test del Qatar. Se qualcuno lo avesse pronosticato un anno fa sarebbe stato preso per pazzo, “neanche nei miei sogni lo avrei mai immaginato” ride Dovizioso. La GP15 non solo ha mantenuto tutte le promesse, ma addirittura fatto qualcosa in più e adesso sono nomi del calibro di Marc Marquez e Valentino Rossi a sostenere che le Rosse saranno della partita per giocarsi la vittoria nella prima gara.

I tempi vanno interpretati, lo ripeto sempre ma questa volta sono molto più ottimista che in passato – spiega il forlivese – L’anno scorso sapevo che alcuni crono non rispecchiava la realtà dei fatti, ora è diverso. Non so se siano completamente reali ma quello lo potrà dire solo il weekend di gara. Fa piacere che gli altri ci tengano d’occhio ma conosco gli avversari e so quello che sono capaci di fare. Marquez è stato il più veloce e anche Lorenzo è molto rapido, Valentino sembra un passo indietro ma in gara sarà lì. E poi ci sono Pedrosa e Iannone. Bisogna aspettare, non tutti fanno lo stesso lavoro durante i test”.

Un mucchio selvaggio in cui il Dovi ha voglia di buttarsi.

Partiamo per combattere, so che non sarà facile ma sono anche sicuro che potremo dire la nostra – afferma – Il lavoro che adesso stiamo facendo è simile a quello di Honda e Yamaha: si lavora sulle rifiniture con l’obiettivo di provare a vincere o comunque salire sul podio. Peccato che abbiamo perso questa giornata, avevamo diverse cose da provare e completare il long run. Ci sono ancora molte cose da capire, ma non si va forte su una pista per caso. Non mi aspettavo un risultato del genere ma abbiamo lavorato bene e sofferto molto per arrivare qui”.

Il buon umore è condiviso anche da Iannone, anche lui velocissimo e particolarmente in forma. La coppia formata dai due Andrea sta funzionando bene e potere giocare con due punte è una sicurezza per il campionato.

Mi dispiace solo per pioggia di oggi, sarebbe stata una giornata importante – dice – In questi giorni abbiamo lavorato in ottica di gara ma oggi avevamo la seconda moto con qualcosa di diverso e la simulazione gara da fare. Comunque sono contento di com’è andato questo test”.

È bella anche la sensazione di sentire i complimenti dei rivali.

E’ positivo, mi fa piacere e non me lo aspettavo ma i conti si fanno in gara – continua – Il nostro obiettivo è stare nei primi 5 e in questo momento siamo perfettamente in grado di farlo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti