Tu sei qui

SBK, Ducati, Bayliss in Tailandia per la rivincita

"Mi sono allenato molto e sono pronto a raccogliere la sfida. In Tailandia partiremo tutti dallo stesso punto"

Dopo una pausa di un mese, la Superbike è pronta a riaprire i battenti. Il nuovo circuito di Chang, nella provincia tailandese di Buriram, farà da palcoscenico al secondo round stagionale, dove tutti partiranno da zero. È anche su questo che conta Troy Bayliss, 46 anni a fine mese, sostituto di Davide Giugliano fino ad Imola. Il direttore sportivo Paolo Ciabatti ha timidamente aperto la porta alla possibilità di una terza moto, che però l’australiano dovrebbe conquistarsi con i risultati sul campo (o pista che sia): il 21 lo sa, un’eventuale vittoria potrebbe avverare il sogno di tanti tifosi.

“Innanzitutto vorrei ringraziare la squadra per avermi dato un’altra opportunità – ha dichiarato Bayliss – Sono ansioso di tornare in pista su un tracciato che è nuovo per tutti quanti, quindi partiremo tutti dallo stesso punto. Mi sono allenato molto in queste settimane e mi sento ben preparato per questa sfida”.

In Australia, Bayliss ha corso con un handicap non indifferente: nessun test pre-campionato, nemmeno i due giorni a Phillip Island, ed un turno di prove saltato per problemi al motore. Tutto questo non gli ha impedito di portarsi ad un soffio dal trenino di testa in Gara 2, ed in Tailandia la lotta sarà meno impari.

A fianco di Bayliss l’ufficiale Chaz Davies, reduce da due terzi posti nella gara di apertura. Il gallese, peraltro, è l’unico pilota SBK ad aver visto con i propri occhi la pista tailandese in occasione di un evento pubblicitario a gennaio.

“Ho avuto l’opportunità di visitare il Chang International Circuit durante una visita a Ducati Thailand nel gennaio di quest’anno – ha commentato Davies – Mi sembra un’ottima struttura ed una bella pista. Sono sempre entusiasta di correre in posti nuovi e dopo i risultati ottenuti a Phillip Island, sono ancora più motivato e non vedo l’ora di tornare a correre in questo weekend e vedere cosa riusciamo a fare”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti