Tu sei qui

MotoGP, LA FOTOGALLERY: la caduta di Vinales

Correre di notte è pericoloso, e non è una questione di visibilità bensì di temperatura

Correre a Losail di notte è particolarmente impegnativo, e non è una questione di luce.

A quella ci pensano i 44 nuovi generatori da 250 kilowatt ciascuno della Pramac capaci di dare energia ad una piccola città di 20.000 abitanti.

I pericoli del GP del Qatar sono altri: nelle prime ore di prove la pista è resa insidiosa dalla sabbia portata dal vento, quindi successivamente si gomma e si stabilizza.

Al calare del sole, però, l'asfalto si raffredda e, quel che è peggio, l'umidità si deposita sul tracciato rendendo l'asfalto scivoloso.

Questo è il motivo per cui la maggior parte dei piloti preferisce non entrare in pista dopo le nove di sera: le condizioni non sono più quelle della gara.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti