Tu sei qui

SBK, Biaggi torna a casa, 3 giorni di test a Vallelunga

Il Corsaro con il test team SBK. Il team coordinator: "Se farà wild-card sarà in piena forma"

Tutte le strade portano a Roma, o, nel caso di Max Biaggi, a Vallelunga. Il romano sei volte iridato ha mosso i primi passi da pilota sul tracciato di Campagnano, ed il suo percorso verso una terza giovinezza agonistica riparte proprio dalle curve “amiche”. Il Corsaro ha iniziato oggi una tre giorni di test sull’Aprilia Superbike, accompagnato dal capo-tecnico di fiducia Paolo Biasio ed il nuovo responsabile del test team di Noale, Luca Gasbarro. Ufficialmente la missione è quella di provare alcuni aggiornamenti che rientrano nel piano di sviluppo 2015 formulato da Romano Albesiano & co., ma le lunghe prove rappresentano anche un’importante cartina al tornasole sullo stato di forma del Biaggi “pilota”. Il Corsaro, non è una novità, medita un rientro da wild-card per il round di Misano, ma a condizione di giocare un ruolo da protagonista. Un eventuale “sì” dipenderà insomma dalle prestazioni in sella alla RSV4 in questo e nei successivi test programmati da Aprilia per lui.

“Non sarebbe un ritorno improvvisato – ha confessato il team coordinator Dario Raimondi, alludendo al rientro di Troy Bayliss al posto di Davide Giugliano – Se mai decidessimo per una wild-card, Max dovrebbe essere in perfetta forma”.

“Tre anni fa lasciai la mia passione con pensieri contrastanti – ha aggiunto Biaggi su Twitter – Ora però abbasso la visiera, metto la prima, e gas!”

Curiosamente, al check-in nel solito albergo alle porte del circuito, a Biaggi è stata assegnata la camera numero 58, cosa che Biaggi ha commentato con “Ciao SIC!”. Un saluto ad un pilota mai dimenticato da parte di uno che non vuole dimenticarsi di essere pilota.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti