Tu sei qui

MotoGP, Test Michelin: l'anteriore piace "rotondo"

I piloti hanno votato tra i due profili portati dai francesi. Marquez e Dovi al top

Le casse sono chiuse e le etichette recitano “Qatar” come destinazione. La MotoGP ha ufficialmente chiuso il proprio programma di test a Sepang con un’ultima giornata dedicata alle gomme Michelin, ed è pronta a dirigersi alla volta del deserto per l’apertura del campionato 2015 (anticipata da un’ulteriore sessione di test).

Visto che Bridgestone resta sotto contratto fino a fine stagione come fornitore unico, le squadre non hanno fatto uso di transponder ufficiali ed hanno di fatto “incerottato” le bocche dei propri piloti, vincolati al più rigoroso silenzio. Un voto comunque difficile da mantenere in un’ambiente ciarliero come il paddock, tanto che sono trapelati alcuni tempi ufficiosi e opinioni dei piloti.

Partendo dalle seconde, la stragrande maggioranza si è detta soddisfatta del grip offerto dalle mescole francesi al posteriore. Michelin aveva poi portato due profili (in altrettante mescole) sostanzialmente differenti per l’anteriore: uno a “V” (che massimizza l’agilità in inserimento di curva) ed uno più rotondo (più stabile in staccata). Con un plebiscito, i piloti hanno votato per la seconda opzione. A giugno, dovrebbero arrivare ulteriori mescole sperimentali per questo profilo.

Ed ora un po’ di tempi (ufficiosi). Da segnalare anche un paio di long-run, da parte di Rossi e Marquez, più breve il primo e di circa 15 giri il secondo con una media di 2’01.0, che è anche il passo di riferimento.

1. Marc Marquez e Andrea Dovizioso, 2’00.1

2. Jorge Lorenzo, 2’01.0

3. Valentino Rossi, 2’01.8

4. Dani Pedrosa e Pol Espargaró, 2’01.9

5. Andrea Iannone, 2’02.1

6. Cal Crutchlow, 2’02.4

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti