Tu sei qui

MotoGP, Test Sepang: Marquez punge Lorenzo

I TEMPI ALLE 12: i due spagnoli separati da 58 millesimi, poi Rossi. Ducati sempre in pista con la GP15

Con temperature leggermente più fresche, i piloti della MotoGP sono scesi in pista a Sepang per la seconda giornata di test IRTA. Il più rapido all’uscita dai blocchi è stato Jorge Lorenzo, che sembra effettivamente sentirsi molto meglio di ieri ed ha siglato un 2’01.8 al primo giro cronometrato. Il maiorchino ha martellato sul cronometro incessantemente, evidenziando il miglior ritmo fin qui e scendendo sotto il muro dei 2’01 in ben dodici occasioni, ma è stato scavalcato da Marc Marquez per soli 58 millesimi poco prima di mezzogiorno.

Il campione in carica è stato il primo a scendere sotto al muro dei 2’, fermandosi a 1’59.844. Lo spagnolo sembra, come ha fatto lungamente nei primi test, giocare a nascondino. Prima della sua ultima uscita, il miglior riferimento personale era di 2’00.830, abbassato di un secondo con una facilità irrisoria.

Terzo tempo per Valentino Rossi (+0.464), che sta lavorando sulle rifiniture (freno motore e gestione elettronica) al nuovo cambio seamless. Il Dottore ha preceduto un ottimo Aleix Espargaró su Suzuki (+0.565), Dani Pedrosa (+0.740), Pol Espargaró (+0.845) ed un Danilo Petrucci in crescita sulla GP14 dopo i soliti problemi di aderenza con il caldo accusati ieri (+0.869).

Nei box ufficiali Ducati, intanto, prosegue il lavoro di ricerca di un assetto di base per la GP15. Sia Andrea Dovizioso che Andrea Iannone si sono concentrati esclusivamente sulla moto nuova, ed il pilota di Vasto si è fermato a +0.913. Tre decimi più lento il forlivese, a +1.230. Tra i due si sono inseriti Cal Crutchlow, Hector Barbera, Maverick Viñales, e Bradley Smith.

Restando in tema Italia, Alvaro Bautista continua ad essere il più veloce su Aprilia in ventesima posizione a +2.381. Non sembra invece aver ancora trovato quello che cercava Marco Melandri, a lungo in pista con la ART – e quote ciclistiche simili a quelle usate nel 2014 con la SBK – per prendere le misure alle Bridgestone. Il ravennate si è fermato a +5.155 con un personal best di 2’04.999. Per fare un raffronto, in Superpole siglò un 2’03.9 (pole di Guintoli in 2’03.0).

* UPDATE 12:30: Dovizioso sale in terza posizione con un 2'00.250, a +0.406 da Marquez, registrato con gomma media nuova.

I TEMPI ALLE 12

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti