Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: bene il seamless, male il crono

"Se desse un decimo sarebbe molto, due serebbero fantastici. La M1 è più stabile in frenata"

Jorge Lorenzo mette sui due piatti della bilancia i lati positivi e quelli negativi di questa prima giornata Malese. A tirare verso il basso uno dei due bracci c’è la prestazione complessiva, un quinto posto che significa essere il terzo pilota Yamaha in classifica e a quasi 8 decimi da Rossi. A fare da contrappeso, invece, c’è, il nuovo cambio seamless che, come a Valentino, è piaciuto.

È stata l’unica cosa positiva è che abbiamo provato, il nuovo cambio ha un grande potenziale – ammette il maiorchino con un pizzico di ironia - Ha migliorato la stabilità della moto in fase di frenata, ma dobbiamo ancora sfruttarlo al massimo, in questa prima uscita non era perfetto. Abbiamo bisogno di più tempo per capire come muoverci. Comunque, anche se era solo il primo giorno in cui lo provavo, il nuovo seamless si è dimostrato migliore del precedente e questo è un buon segnale”.

Perché significa che c’è ancora margine di miglioramento, anche se è difficile quantificare quanto. “Un decimo sarebbe già molto, due sarebbero fantastici”, riflette Jorge. L’importante è che il cambio aspettato per tanto tempo abbia raggiunto il suo obiettivo principale.

La moto si muove meno in staccata e questo permette di frenare più tardi. Non abbiamo eliminato completamente lo svantaggio dalla Honda, ma siamo un po’ più vicini”, il bilancio finale di Lorenzo.

Poi si passa alle note dolenti, cioè alla prestazione pura che non l’ha soddisfatto.

La pista oggi aveva meno grip e l’assetto usato negli scorsi test oggi non funzionava, il comportamento della moto cambiava moltissimo – sottolinea - Non è stato facile essere competitivo con l’asfalto così scivoloso e tanto caldo. Abbiamo dovuto lavorare per mettere a posto il setup, si sono fatte le due, e non ho montato gomme nuove”.

Per capire se tutto è risolto e quale sia il potenziale della M1 aggiornata rimangono ancora due giorni.

Domani continueremo ad affinare il seamless – conclude - Abbiamo fatto un piccolo passo in avanti nella frenata, che era il nostro punto debole.  Però oggi con meno aderenza abbiamo avuto qualche problema di trazione, la ruota slittava, cercheremo di risolverlo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti