Tu sei qui

SBK, Ducati, Davies: finalmente ad armi pari

"Gran lavoro sulle gomme per mantenere il grip sulla spalla per tutta la gara"

Prima di oggi, Chaz Davies non era mai salito sul podio a Phillip Island. Il gallese su Ducati ha però sfatato il tabù con apparente facilità, chiudendo due volte terzo in scia ai connazionali Haslam e Rea. Considerato che in tutto il 2014 Davies aveva ottenuto soltanto 4 podi, si può dire che sia partito con il piede giusto.

“Finalmente sono sul podio qui a Phillip Island – ha commentato – Ci avevo provato per tanti anni e questa volta finalmente ce l’ho fatta in entrambe le manche. Avrei voluto fare qualcosa di più ovviamente, ma alla fine non è stato possibile”.

Che cosa ti ha limitato?

“Un poco di accelerazione all’uscita di alcune curve negli ultimi giri”.

Come mai?

“A livello di elettronica, la nostra strategia era quella di ricongiungerci ai primi due a due giri dal termine, perché su questa è molto importante la gestione delle gomme, ma quando era il momento di martellare sul serio non avevo margine. Ero lì, ma sempre ad un paio di lunghezze di distanza, quindi non sono riuscito a tentare un attacco su Rea e Haslam”.

Sei più dispiaciuto per l’impossibilità di lottare fino all’ultimo metro o galvanizzato dai due podi?

“Sono contentissimo lo stesso. Due podi su una pista che considero ‘nemica’… non direi che non me lo aspettavo, ma abbiamo lavorato tanto per rendere la moto più completa e questo è il primo passo. Ora posso spingere forte per tutta la distanza di gara senza perdere aderenza sulla spalla della gomma”.

Qual è il prossimo step?

“Dobbiamo restare concentrati e continuare a sviluppare la moto. L’anno scorso qui avevamo problemi di aderenza o blistering, e quest’anno abbiamo lavorato duro già dai test per evitarlo”.

Sei l’unico che ha visto personalmente il circuito della Tailandia. Che ne pensi?

“È difficile giudicare senza averci guidato. Sembra una pista buona per noi, è moderna ed i fan sono molto appassionati da quelle parti”.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti