Tu sei qui

SBK, Test: Lowes si ripete, ma Torres scalpita

I TEMPI: il debuttante spagnolo ad un decimo, poi Sykes. Decimo tempo per Canepa con la EBR

Proseguono i test pre-stagione del campionato Superbike a Phillip Island, con la classe regina ad aprire il programma del secondo giorno. Le nuvole sopra il circuito hanno raffreddato le temperature di aria e asfalto rispetto a ieri, scaricando anche qualche goccia di pioggia a circa venti minuti dalla fine della sessione.

Alex Lowes ha confermato il primo tempo di ieri scendendo per primo sotto 1’31 e fermando il cronometro su 1’30.859 con un passo di 1’31 alto con gomme usate. Ai box invece il suo compagno di squadra Randy De Puniet, ancora dolorante ai glutei dopo la botta rimediata ieri alla curva 11 (la stessa dove è caduto Giugliano). Il francese deve ancora valutare se provare nel pomeriggio o rientrare solamente venerdì per le prime sessioni ufficiali.

Prosegue con ottimi risultati l’apprendistato di Jordi Torres su Aprilia. L’ex-pilota di Moto2 ha siglato il second tempo (+0.112), limando otto decimi rispetto a ieri. “A Jerez il problema era gestire la potenza della moto, qui invece ne vorrei anche di più – ha commentato lo spagnolo – Siamo veloci, ma in gara è un’altra cosa quindi non voglio illudermi”.

Terzo tempo per Tom Sykes che, con Kawasaki, completa un podio virtuale con tre costruttori diversi. Il britannico ha continuato a focalizzare il proprio programma di lavoro sulla costanza di rendimento con gomme usate, martellando costantemente su 1’31 basso e fermandosi a 0.216 da Lowes.

Alle sue spalle, Leon Haslam (+0.243) completa un poker di piloti racchiusi in due soli decimi mentre Chaz Davies è stato l’unico pilota ufficiale Ducati a scendere in pista a causa della caduta di Davide Giugliano nella seconda sessione di lunedì. Il gallese ha chiuso con il quinto tempo, a +0.437, mentre il romano si è trattenuto a Melbourne per una visita specialistica dopo che una TAC ha evidenziato una piccola frattura di due vertebre lombari, e la sua partecipazione alla gara nel fine settimana è in forte dubbio (si parla di tempi di recupero tra le due e le tre settimane).

Seguono Rea, Salom, Terol e Vd Mark, ultimo sotto al secondo di ritardo. Decimo tempo per un sorprendente Niccolò Canepa, a solo 1.154 dai primi sulla EBR. Il genovese ha siglato un 1’32.013. Per fare un confronto, il migliore nelle prove ufficiali con la bi-cilindrica fu Aaron Yates con un 1'35.521.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti