Tu sei qui

SBK, Phillip Island: nuova mescola in arrivo

Pirelli ha sviluppato una nuova media sperimentale per l'impegnativo circuito australiano

Il Campionato Mondiale eni FIM Superbike, giunto alla 28ª edizione, vedrà per il dodicesimo anno consecutivo Pirelli nel ruolo di fornitore unico per tutte le classi.

Per il round di apertura in programma a Phillip Island la prossima settimana, Pirelli porterà sia per i piloti Superbike che per quelli Supersport diverse soluzioni anteriori e posteriori sviluppate ad hoc per il circuito australiano che, notoriamente, è uno dei tracciati più impegnativi dal punto di vista degli pneumatici, sottoposti ad un forte e costante lavoro termo-meccanico, soprattutto sul lato sinistro per via dal layout.

Per i test di lunedì e martedì, le SBK avranno a disposizione due soluzioni da asciutto all’anteriore e altrettante per il posteriore oltre alle consuete soluzioni di back-up in caso di bagnato. Le slick portate da Pirelli prevedono la soluzione SC1 di sviluppo S1699, pneumatico che ha debuttato lo scorso anno ad Aragon ed è stato poi il più utilizzato nella passata stagione, e la SC2 di gamma.

Per il posteriore invece sarà possibile scegliere tra due soluzioni di sviluppo: la S1633, ovvero la soluzione che lo scorso anno era stata quella di riferimento per tutti i piloti in gara, e la nuova S1687, altra soluzione in mescola SC1 ma con maggiore resistenza meccanica rispetto alla SC1 di gamma dello scorso anno. A queste soluzioni se ne aggiungeranno altre che piloti potranno usare solo per il weekend di gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti