Tu sei qui

SBK, Guintoli, recupero lampo non riuscito

Il francese ancora lontano dal 100% della forma a pochi giorni dall'inizio della stagione

Sylvain Guintoli (nella foto in versione "Top Gun" durante una sessione di ossigenoterapia) aveva rassicurato tutti dopo il volo nei test di Jerez con la sua nuova Honda: “forse sarò un po’ acciaccato, ma correrò a Phillip Island”. Con l’avvicinarsi della data di apertura del campionato Superbike, sembra ormai certo che il campione in carica non tornerà al 100% della condizione fisica in tempo per la prima gara.

Le sessioni di camera iperbarica e fisioterapia proseguono secondo programma, ma Guintoli continua ad accusare diversi dolori muscolari, e dovrà cominciare la difesa del titolo per l’appunto…in difesa. La Honda, nel frattempo, lavora alacremente capitanata dal “wiz” elettronico Massimo Neri per risolvere alcune anomalie riscontrate a Jerez, dove fu proprio un comportamento anomalo del controllo trazione a mandare il francese per le terre.

A confortare la squadra, vi è comunque il record di Guintoli a Phillip Island: due vittorie e tre ulteriori podi nelle ultime sei gare disputate in Australia. In altre parole, se c'è un posto dove il miracolo è possibile, è proprio la penisola a sud di Melbourne.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti