Tu sei qui

MotoGP, Aprilia: accantonata la RS-GP 2015

Albesiano: "i prossimi test daranno un'idea più chiara del nostro potenziale"

Per Aprilia il test di Sepang è stato il battesimo del fuoco. Nessuno pensava che il ritorno in MotoGP sarebbe stata una passeggiata e gli uomini di Noale hanno incominciato il loro faticoso cammino sull’asfalto di Sepang, confrontandosi con avversari e cronometro. Tre giorni per verificare le modifiche approntate alla moto nell’inverno e per rientrare nei meccanismi della competitiva classe regina.

Romano Albesiano, Responsabile di Aprilia Racing, commenta così i primi test di Sepang: "confermo quanto già detto, il primo bilancio è certamente positivo considerando che la nuova RS-GP sta muovendo i primi passi e che il ritorno in MotoGP di Aprilia è avvenuto con un anno di anticipo proprio per sviluppare compiutamente il progetto già nel corso della stagione agonistica. Per crescere vogliamo confrontarci da subito con gli avversari e con le condizioni di gara, tenendo ben presenti le difficoltà che un nuovo progetto così impegnativo inevitabilmente comporta".

Per farlo bisognerà da una parte sviluppare la moto attuale e dall’altra progettare quella futura.

"I prossimi test daranno sicuramente una idea più chiara del nostro potenziale – continua - In questi giorni abbiamo messo in pista quella che sarà la moto Aprilia per questa stagione e abbiamo raccolto una mole importante di dati sui quali baseremo lo sviluppo 2015. Ci sono stati tanti aspetti tecnici da affrontare, ma nulla di anomalo considerando che si è trattato del primo shakedown".

Fausto Gresini ha aggiunto: "considerato che il progetto è appena nato e che in questa fase non siamo ovviamente ancora interessati al responso del cronometro, credo che la prestazione ottenuta da Bautista nell'arco dei tre giorni sia positiva. Non va del resto dimenticato che Sepang è anche uno dei tracciati più severi e impegnativi di tutto il campionato. Dopo aver provato la nuova Aprilia RS-GP, Alvaro ha preferito tornare a concentrarsi sulla versione 2014, che al momento gli garantisce un maggior feeling. Assieme ai tecnici ha lavorato tantissimo su più fronti per raccogliere una gran mole di dati che servirà agli ingegneri di Aprilia Racing per sviluppare il pacchetto tecnico. Per quanto riguarda Melandri, sapevamo che non sarebbe stato facile abituarsi a una situazione tecnica completamente nuova. Marco deve adattarsi allo stile di guida richiesto da questo tipo di gomme e sappiamo che occorre tempo. Abbiamo fiducia in lui, l'importante è che continui a rimanere concentrato e determinato".

Alvaro BautistaGuardando la classifica, lo spagnolo ha terminato al 21° posto con un ritardo di poco superiore ai tre secondi, peggio è andata a Melandri, 28°.

"Sono abbastanza contento di questi primi tre giorni di test: la squadra ha lavorato molto bene, fornendomi il massimo supporto – le parole di Alvaro Bautista - Nelle prime due giornate ho effettuato vari confronti tra la moto utilizzata alla fine dello scorso anno e la nuova RS-GP, che però non mi ha dato ancora buone sensazioni a livello di comportamento del telaio; in questa ultima giornata ho perciò preferito concentrarmi sulla versione 2014, per raccogliere il maggior numero possibile di dati e consentire agli ingegneri di lavorare in sede in vista dei prossimi test in programma a fine mese. Abbiamo lavorato molto sull'elettronica e fatto diverse prove di set-up e possiamo essere soddisfatti dei riscontri emersi: la cosa importante è che sappiamo in quali aree occorre migliorare. Abbiamo raccolto tanti dati e perciò il bilancio è positivo. Aprilia si sta impegnando tantissimo, sono fiducioso in vista del prossimo appuntamento".

Sincero Marco Melandri: "non nascondo che mi aspettavo un debutto migliore, ma quando abbiamo deciso di affrontare questa nuova avventura sapevamo che per noi ci sarebbe stato molto da lavorare. Il feeling con la nuova moto è tutto da costruire. Abbiamo bisogno di tempo e di ragionare su quanto emerso da questi test per migliorare il più velocemente possibile".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti