Tu sei qui

Lorenzo: tre decimi per agguantare la Honda

"Non sono stato esplosivo nel giro secco ma sono contento del ritmo in una pista non favorevole"

Lorenzo ostenta tranquillità al termine dei test a Sepang, ma non riesce a nascondere un certo nervosismo. I sette decimi rimediati da Marquez e i due da Rossi nel giro veloce non li digerisce facilmente, anche se poi nella simulazione di gara ha mostrato un passo a dir poco rispettabile.

Sono contento ma la Honda è riuscita a essere più esplosiva nel giro secco – ammette – Marquez ha fatto un tempone. Anche Valentino e Iannone sono riusciti a completare una buona tornata, a differenza mia. Avrei voluto, ma a volte non si può e bisogna accettarlo. Mi hanno limitato dei problemi in frenata, avvertivo delle vibrazioni in quella fase. Dopo abbiamo fatto delle modifiche al setup e risolto l’inconveniente, ma non avevo più gomme per tentare di nuovo”.

Jorge può consolarsi con il passo durante il long run in cui è stato molto incisivo e costante.

Quello è stato un punto positivo, riuscire a tenere un buon ritmo significa anche avere fatto una preparazione fisica adeguata. Le gare non si vincono con un giro – osserva – Per i primi cinque giri ho girato sotto i 2’01”, poi mi sono alzato anche se non di molto. Pedrosa è stato più veloce, direi che ci sono due o tre decimi da recuperare. Però sono contento, perché questa è una pista dove Honda e Dani si trovano molto bene a differenza mia e della Yamaha. Sono stato comunque più veloce che durante il Gran Premio”.

Alla fine la bilancia pende maggiormente verso il piatto della positività e Lorenzo trova anche la voglia di scherzare.

Cosa chiedo alla Yamaha? Un secondo in meno – ride – Scherzi a parte, è stato un buon inizio, la M1 è migliorata ma dobbiamo compiere dei passi avanti in frenata. Sia io che Valentino siamo indirizzati sulla stessa strada, lui usa un forcellone meno rigido del mio, ma sono piccolezza e abbiamo uno stile di guida molto simile”.

Sicuramente, rispetto all’inizio del 2014 Lorenzo sembra rinato.

Questa sarà sicuramente una stagione diversa, almeno lo spero”.

Articoli che potrebbero interessarti