Tu sei qui

MotoGP, Rossi: tutto bene... Honda a parte

"Marc e Dani sono più veloci ma ho buone sensazioni, molto dipenderà da pista a pista"

La prova di forza mostrata oggi da Honda non sembra avere preoccupato troppo gli uomini Yamaha, almeno a parole. Se Marquez è stato strepitoso nel giro secco e Pedrosa nel ritmo, Rossi e Lorenzo hanno tenuto botta su una pista che non esalta le caratteristiche della moto di Iwata. Sono gli avversari i primi a non sottovalutare la M1, anche se la RC213V è stata una spanna sopra e il Dottore non fa nulla per negarlo.

Valentino, qual è il bilancio di questa giornata dopo i problemi di ieri?

Sono senza dubbio più soddisfatto. È stata un buon giorno e abbiamo portato a termine tutto il programma di lavoro, questo ci permette di avere le idee più chiare in previsione del prossimo test”.

Soddisfatto anche del tuo tempo?

Il 1’59”401 di oggi è il miglior giro che abbia mai fatti qui a Sepang, rispetto allo scorso anno sono stato più veloce di tre decimi. Il miglioramento rispetto a ieri è stato netto. Sapevo che oggi sarebbe stata una giornata importante, che tutti avrebbero dato il massimo. Speravo di essere vicino alle Honda, invece c’è mezzo secondo da recuperare”.

Hai portato a termine anche una simulazione di gara.

Durante il long run l’obiettivo non era la performance assoluta ma quello di provare delle nuove parti. Tutto sommato ho tenuto un buon passo. Le condizioni erano migliori di quelle che abbiamo trovato nel GP dello scorso anno e il mio ritmo è stato più veloce, ho sofferto ancora per il consumo delle gomme ma non troppo. Ho fatto degli esperimenti, per esempio ho usato un forcellone che non ho scartato ma che su questa pista mi piace meno di quello che uso di solito”.

Qual è il lato negativo di questi test?

La velocità della Honda! (ride) Marquez non mi ha sorpreso più di tanto, ha fatto un giro della madonna. Marc e Dani sono stati più veloci di noi e sono ancora più efficaci di noi in frenata”.

Sono un passo avanti.

Non darei un giudizio così netto, penso dipenderà molto da pista a pista, qui a Sepang sono migliori di noi ma questo non significa che lo siano ovunque. La M1 si guida molto bene, ho ricavato sensazioni positive da questo test. Dobbiamo solo lavorare e nel prossimo test avremo il nuovo cambio, potrà aiutarci”.

Come giudichi le prestazioni di Ducati e Suzuki?

Iannone ha fatto un bel giro, anche se la gomma extra-soft offre un bel vantaggio. Dovizioso non è andato male nel long run. Ho visto in pista Viñales, guida già bene, ma la Suzuki perde ancora un po’ in rettilineo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti