Tu sei qui

EBR HX 250 R: la piccola sbarca in Europa?

La piccola monta un monocilindrico da 4 tempi in grado di sfornare 31 cavalli e 26 Nm di coppia

EBR HX 250 R: la piccola sbarca in Europa?

Che il mondo delle due ruote sia sempre più influenzato dai mercati asiatici è oramai un qualcosa di acclarato e conclamato. Una volta le piccole cilindrate erano un qualcosa di propedeutico per giovanissimi, ora stanno diventando uno dei settori su cui le case stanno investendo maggiormente.

Di più, aggiungiamo: negli ultimi anni lo sviluppo e l'evoluzione di alcune case è stato prorompente. Basti pensare nel mondo delle competizioni alla Mahindra, mentre nelle derivate di serie, alla collaborazione tra le stelle e strisce di Erik Buell ed il gigante indiano Hero. Proprio quest'ultima ha svelato la propria Hero HX 250 R, piccola sportiva in arrivo nel subcontinente indiano proprio in questo 2015.

Si tratta della prima moto del duo Hero-EBR, nata quindi con la collaborazione del visionario e intraprendente Erik; una sinergia che ha portato precedentemente allo sbarco nel mondiale Superbike, ma anche a livello di prodotto, con la possibilità - grazie anche alla fusione dei capitali - di avere la 1190RX.

Insomma, Hero-EBR si sta sviluppando sempre di più e questa piccola potrebbe essere un buon trampolino di lancio anche per inserirsi nel Vecchio Continente. Fantascienza un tempo, ora invece in grado di inserirsi e battagliare in un settore che sta cominciando a proliferare. Basti pensare alla Honda con la CBR300, la stessa Yamaha con la R3 o la Kawasaki.

Non sarebbe nemmeno una mossa così azzardata, provando a sfruttare il traino del campionato mondiale Superbike, quest'anno con Niccolò Canepa come portabandiera, ed una moto - questa HX 250 R - in grado di erogare ben 31 cavalli e 26 Nm di coppia, al netto di un motore monocilindrico 4 tempi da 249cc. Considerando che la CBR300 R eroga 30 cavalli ma con 50cc in più, quanto promesso da questa moto è tanto.

La vera notizia, però, riguarda una possibile commercializzazione in Europa, dove le Hero non vengono importate e che quindi potrebbe essere venduta direttamente con brand EBR. Con un settore sempre più ricco di proposte, questa potrebbe essere un'altra interessante alternativa alle "solite" Honda, Kawasaki e Yamaha, e siamo curiosi di scoprire quanto appeal possa avere il brand e il suo design sul pubblico ampio di questa categoria.

Realtà o semplice ipotesi, la volontà di entrare nel mercato Europea sembrerebbe tangibile: ovviamente nel caro vecchio continente, cosi come in America, la moto prenderebbe il nome di HBR e non di Hero. Ci sarebbe comunque la volontà di entrare in questo mercato con le moto prodotte in America ed un prezzo presumibilmente intorno ai 4000 euro. Congetture, voci o realtà? Non resta che attendere i prossimi saloni.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti