Tu sei qui

MotoGP, Bradl: a Sepang con M1 2014 e Ohlins

Stefan fra pochi giorni tornerà in pista sulla Yamaha: "quest'anno aspiro ad essere nei primi dieci"

Per Stefan Bradl è iniziata una nuova avventura, dopo due anni alla corte della Honda con una RC213V Factory nel team LCR il tedesco è passato alla Yamaha Open di Forward. Dopo un paio di mesi di stop, “ho passato la maggior parte del mio tempo con gli amici e la mia famiglia. Ê l’unico periodo dell’anno in cui poter passare due mesi con loro. Mi sono allenato per prepararmi alla nuova stagione curando la mia forma fisica nel complesso” ha detto, fra pochi giorni tornerà in pista a Sepang.

Bradl per questo primo test avrà una M1 dello scorso anno, con naturalmente il software unico. “Scenderemo in pista con telaio e motore 2014 – ha dichiarato - sono fiducioso sul fatto che la Yamaha ci fornirà del materiale importante”.

Risolto anche il dubbio sulle sospensioni che userà nel corso delle stagione. A novembre infatti Stefan aveva provato anche il materiale Kayaba, ma alla fine la scelta è ricaduta sulle Ohlins, praticamente lo standard in MotoGP. “Ho avuto migliori sensazioni -  ha spiegato – ne ho avuto la conferma anche dal successivo test di Jerez”.

In attesa di vedere come si comporterà in Malesia, Stefan non vuole fare previsioni per la stagione che sta per iniziare. “Aspiro ad essere nei primi dieci – le sue parole -  Penso che io e il mio team abbiamo il potenziale per poter dar fastidio ad alcuni piloti ufficiali. Ovviamente non sarà facile, perché il livello è molto alto”.
Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti