Tu sei qui

Honda RC213V-S: nodi da sciogliere (ma si farà!)

Yoshishige Nomura boss di HRC fa il punto sulla esclusiva MotoGp Replica presentata all’EICMA

Honda RC213V-S: nodi da sciogliere (ma si farà!)

E’ stato il gran botto di Honda all’Eicma, l’asso che a Tokyo hanno deciso di calare, anche per dare un segnale forte alle bordate delle corazzate avversarie quali Yamaha con la R1 e Kawasaki con la H2 sovralimentata.

Una dream bike di quelle che la Casa dell’Ala storicamente ama spesso mettere in campo, anche per mostrare i muscoli dal punto di vista della tecnologia applicata a moto di “serie”. Vedi la raffinata NR 750 a pistoni ovali, derivata dalle macchine da gara da 500cc a 4T di Grant e Katayama di fine anni ’70, o le più recenti RC45, replica targata della RVF plurivittoriosa nelle gare Endurance.

Quella esposta a Milano, era di fatto una Open, se non fosse per fari, specchietti e porta targa. Una moto che,come avverte lo stesso Yoshishige Nomura, boss di HRC e responsabile in passato dei progetti RC45 di Jhon Kocinski e delle VTR-SP di Edwards, sarà comunque molto simile alla moto Campione del Mondo di Marquez.

In una intervista rilasciata al magazine australiano AMCN, Nomura fa un quadro della situazione sulla MotoGp replica, facendo delle precisazioni su prezzo e sulla produzione, oltre a parlare del futuro delle moto sportive secondo Honda.

Cosa spinge Honda a proporre un mezzo come la RC213V-S?

”Permettere a molti di provare l’esperienza di poter guidare una moto con prestazioni vicine alla MotoGp”

Quanto è vicina ad una MotoGp?

“Sarà quasi identica. Sia per linee che materiali costruttivi, ma non utilizzeremo sistemi come il cambio seamless e la distribuzione a valvole pneumatiche. A produrla saranno gli stessi che oggi costruiscono le moto di Marquez”

Il leasing di una MotoGp costa 1.250.000 Euro (1,86 milioni di dollari) per una stagione. Considerando le specifiche diverse, la versione stradale che prezzo avrà?

“Si sente parlare di cifre vicino ai 250.000 Euro diciamo che è quasi vero, ma ancora nulla è deciso in quanto ancora non è stata costruita. Ma la moto si farà ed il prezzo sarà per un prodotto esclusivo”

Che potenza avrà il motore? “Oltre 200CV, ma stiamo valutando ancora un valore preciso, così come sul numero di esemplari da realizzare”

Le ultime tendenze parlano ormai di moto da pista adattate all’uso stradale. Sarà ancora questo il futuro delle moto sportive?

Il mercato delle sportive dice questo. Con mezzi più votati ad un utilizzo pistaiolo, ma la strategia Honda sarà sempre quella di realizzare moto con una vocazione più stradale. Siamo certi che molti dei clienti che oggi ammirano una RC213V-S, domani compreranno una CBR".

A parte l’ABS, Honda non ha travasato molti dei sistemi elettronici della MotoGp sulle moto di serie (es. wheeling control, launch control, TC) come invece  fa da tempo la concorrenza

La filosofia Honda è quella di non rilasciare aggiornamenti se non siamo sicuri al 100%. Una moto stradale ha requisiti diversi da una moto da gara, non è sufficiente quindi trapiantare il pacchetto elettronico dalla pista alla strada. Ecco perché a volte arriviamo in ritardo. Solo quando il sistema è totalmente affidabile lo applichiamo poi sulla moto di serie. Il pilota si fida al 100%, il sistema quindi deve assicurare il 100% di affidabilità per lungo tempo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti