Tu sei qui

SBK, VIDEO, Biaggi: collaudi, niente wildcard

"Svilupperò principalmente la MotoGP. Non ho ancora deciso se rimanere con Mediaset"

Iscriviti al nostro canale YouTube

A Jerez, fra gli argomenti di conversazione, c'è stato anche il futuro di Max Biaggi, presente in Andalusia nel ruolo di collaudatore. Un tester d'eccezione tanto che qualcuno ha già ipotizzato qualche wildcard nel 2015.

Sarebbe bello ma per il momento il campione romano, al microfono di Fabio de Palma, ha smentito.

"Mi dispiace dirvelo ma non credo che farò alcune wildcard. Abbiamo trovato con Aprilia un accordo sui collaudi. A volte proverò la SBK ma il lavoro sarà maggiormente concentrato sulla MotoGP. Attualmente abbiamo una CRT evoluta, il prototipo vero lo vedremo solo nel 2016. Oggi non esiste ancora è solo sulla carta".

Sollecitato a proposito del campionato che sta per iniziare Max ha poi parlato dei nuovi regolamenti.

"Con il nuovo regolamento i bicilindrici sono avvantaggiati, è stato fatto per allineare le prestazioni fra le due e le quattro cilindri. E' sempre una forzatura in termini di potenza ma le velocità ormai sono simili. Ciò ha dato una mano alla competitività della Ducati in chiave podio. Poi vincere il mondiale è una cosa diversa".

Due giorni di lavoro, su una piota affollata, ma quasi in solitudine.

"Non c'è stato scambio di informazioni con i piloti Red Devil. Abbiamo seguito strade diverse. Loro si stavano preparando per l'Australia, io sto facendo un lavoro più lungo, meno divertente ma sicuramente utile".

Un lavoro, a sentire il Corsaro, che potrebbe impedirgli di tornare in cabina di commento.

"Al momento non ho ancora deciso - la sua risposta - certo è che questo nuovo impegno è abbastanza totalizzante".

Di seguito l'intervista in VIDEO.

GUARDA IL VIDEO

 



 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti