Tu sei qui

SBK, Test Jerez: Sykes si avvicina

I TEMPI ALLE 15: resiste Giugliano, Sykes è secondo. Biaggi agilmente sotto 1'43

Approfittando delle temperature in aumento, i piloti della Superbike in pista a Jerez hanno trascorso quanto più tempo possibile in pista intorno alla pausa pranzo. In cima alla classifica resiste il tempo di 1’40.778 siglato da Davide Giugliano su Ducati al mattino.

Sia il romano che il compagno di squadra Chaz Davies, oltre a qualche inconveniente tecnico che ha fatto propendere la squadra per un cambio di motore, sono anche stati protagonisti di una scivolata all’ultima curva, in entrambi i casi senza conseguenze fisiche. Giugliano e Davies sono comunque rientrati regolarmente in pista intorno alle 13.30, concentrandosi su uscite da 4-5 giri ciascuna ed evidenziando un passo non distante dai propri migliori riferimenti.

Tra i più attivi nelle ultime ore, Tom Sykes è arrivato a quota 42 giri, risalendo fino al secondo a +0.307 da Giugliano. Il vice-campione, rispetto a ieri, ha limato quattro decimi. Continuano anche i progressi di Leon Haslam su Aprilia, che ha limato altri due decimi fermandosi a +0.716. Il britannico, in ogni caso, sta provando diverse modifiche per capire a fondo le reazioni della RSV4 R.

Al quarto posto c’è Jonathan Rea (+0.763) davanti a Chaz Davies ed Alex Lowes, ultimo sotto al secondo di distacco con Suzuki. Alle sue spalle, Randy De Puniet è sceso per la prima volta sotto al muro di 1’42 issandosi in settima posizione davanti a Jordi Torres, Matteo Baiocco e Nico Terol. È scivolato invece ben al di fuori della Top 10 Michael Vd Mark, che ha anche rotto un motore nell’ultimo settore. La fumata bianca della Honda dell’olandese non ha però impedito ai piloti in pista di riprendere rapidamente a spingere.

Tra questi, Max Biaggi ha inanellato una manciata di giri sotto 1’43, facendo anche alcune modifiche di ciclistica, in particolare all'anteriore.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti