Tu sei qui

SBK, Jerez, Giugliano, 1° tempo con guasto

I TEMPI ALLE 12. Haslam e Lowes alle spalle della Ducati nell'ultimo giorno di test. Biaggi ancora ai box

Secondo e ultimo giorno di test a Jerez per i piloti della Superbike che sono scesi in pista da un paio d’ore. Il tempo è buono, ma il freddo invernale non risparmia neanche il Sud della Spagna con una temperatura atmosferica intorno ai 10°.

Nelle prime battute si è fatto subito vedere Davide Giugliano che ha portato la sua Ducati davanti a tutti. Il romano ha ottenuto il suo miglior corno in 1’40”778, usando gomme da gara (la SC0) in una breve uscita. Giugliano non ha spinto particolarmente per cercare il tempo ma la sua prestazione è di tutto rispetto ad meno di mezzo secondo dal 1’40”298 che consentì a Baz di aggiudicarsi la pole nella gara dello scorso anno.

Da segnalare, che dopo aver fatto segnare quel giro, Davide si è fermato per un problema tecnico alla sua Panigale. Niente di troppo preoccupante, perché gli uomini in rosso stanno verificando l’affidabilità girando con propulsori con già molti chilometri sulle spalle.

Secondo posto provvisorio per l’Aprilia di Leon Haslam, staccato di 0”869, mentre è terzo Alex Lowes con la Suzuki. Quatro tempo per Jonathan Rea (con un distacco che sfiora il secondo e mezzo) sulla Kawasaki - mentre Sykes è appena entrato in pista e il suo tempo non è significativo - davanti a Randy De Punier, Nico Terol e David Salom.

Ottavo è Michael Van der Mark, unico sulla Honda dopo il forfait a cui è stato costretto Guintoli. Il rookie è stato il primo a uscire dai box questa mattina e il team sta facendo molti piccoli cambiamenti sulla sua CBR per permettergli di conoscerla meglio. “Peccato che Sylvain si sia infortunato, anche se abbiamo stili completamente diversi facciamo molte comparazioni”, ha detto il campione della Supersport.

Tornando alla classifica, nei primi dieci anche Sylvain Barrier e Matteo Baiocco, mentre è 13° Niccolò Canepa, sulla EBR. Il lavoro da fare sulla moto a stelle e strisce è ancora molto, tanto che al momento è più lenta della Supersport di Sofuoglu.

Max Biaggi invece è ancora ai box, preferendo aspettare l'innalzarsi delle temperature prima di risalire sull'Aprilia.

I TEMPI ALLE 12


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti