Tu sei qui

SBK, Jerez: Aprilia prova l'elettronica MotoGP

Max Biaggi e Michael Laverty lavorano contemporaneamente su due fronti

Non uno, ma ben due box sono necessari a contenere lo spiegamento di forze di Aprilia, presente a Jerez con ben quattro piloti: oltre agli ufficiali Leon Haslam e Jordi Torres, il test team prosegue infatti lo sviluppo con Michael Laverty (che ha sostituito il collaudatore storico Alex Hofmann) e niente meno che il sei volte iridato Max Biaggi. Entrambi i tester sono in pista con una moto dalla ciclistica SBK ma che nasconde alcuni componenti utili allo sviluppo del progetto MotoGP. Stiamo parlando dell’elettronica Magneti Marelli, punto debole della Open schierata lo scorso anno da Noale.

Anche il motore, peraltro, non è lo stesso in dotazione ad Haslam e Torres. Ufficialmente, si tratta del propulsore 2014, più “cattivo” grazie ad un regolamento allora meno restrittivo, ma è lecito domandarsi se il cuore pulsante delle moto “lab” non presenti addirittura la distribuzione a valvole pneumatiche. Dopo tutto, a che pro sviluppare l’elettronica destinata alla MotoGP con valori di potenza ben diversi?

In ogni caso, la strategia consente ad Aprilia di accelerare le fasi iniziali dello sviluppo in pista del prototipo 2015 e presentarsi a Sepang con molti più dati a disposizione. Si parla di pochi giorni di vantaggio, che però a questo livello possono tradursi in decimi preziosi…

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti