Tu sei qui

SBK, Test Jerez: Guintoli KO dopo tre giri

I TEMPI ALLE 13: Kawasaki e Ducati al top, dolori al collo e caviglia per il francese caduto dopo tre giri

Sotto un sole freddo (11 gradi nell’aria, una quindicina sull’asfalto), i piloti della Superbike si sono avventurati in pista a Jerez per gli ultimi test europei prima di spedire tutto il materiale in Australia. Il miglior tempo, alle ore 13, è appannaggio di Tom Sykes, autore di un 1’41.400.

Se in casa Kawasaki si sorride nell’altra metà dei box, quelli della Honda Ten Kate i volti però sono scuri: il campione in carica Sylvain Guintoli è infatti caduto violentemente alla prima curva soltanto al terzo giro lanciato, procurandosi una contusione alla caviglia destra e uno stiramento al collo. Il francese è rimasto per circa un’ora al centro medico per accertamenti, e sicuramente non tornerà in pista nel prosieguo della giornata. Domattina deciderà se proseguire o meno i test.

Nei box Kawasaki invece si continua a lavorare sulla ricerca di maggior potenza con il motore in configurazione 2015, dotato di bielle e pistoni di serie. “Abbiamo perso qualche cavallo rispetto allo scorso anno, ma stiamo continuando con lo sviluppo”, ha commentato il team manager Guim Roda. Le prime indicazioni raccolte in Spagna sembrano comunque incoraggianti. Al terzo posto c’è infatti Jonathan Rea, staccato di 0.265 dal compagno di squadra.

Tra i due piloti Kawasaki si è inserito Chaz Davies, staccato di 0.142. Inizio positivo anche per Davide Giugliano, tra i primi ad avventurarsi in pista all’apertura della pit-lane ed autore di un 1’41.915 al sesto di 21 giri percorsi.

Per Ducati, che ha preparato con largo anticipo il motore in configurazione 2015 grazie ad un programma particolarmente intenso di test nel corso della passata stagione, le prove si concentrano sull’elettronica 2015 – che per regolamento ha un prezzo calmierato di 8.000 euro. “C’è ancora molto lavoro da fare”, ha commentato a questo proposito il pilota romano.

Se Kawasaki e Ducati sono partite forte – il record ufficiale in gara è un 1'41.691 fatto registrare da Sykes nel 2013 – Suzuki e Honda non sono comunque rimaste a guardare. Alex Lowes è attualmente quinto a 0.631 davanti al compagno Randy De Puniet (+1.253). Il debuttante Michael Vd Mark ha invece percorso più giri di chiunque altro (38 tornate cronometrate), chiudendo con un distacco di 1.385 al settimo posto assoluto.

Leggermente più attardate le Aprilia ufficiali, con Jordi Torres a difendere i colori di Noale in nona posizione (+1.703). Solo sei giri per Haslam, a lungo ai box per interventi sul motore. Ha compiuto una manciata di tornate anche Max Biaggi, senza però utilizzare il trasponder. Il romano, ancora dolorante alla spalla, attenderà condizioni più calde per macinare ulteriori chilometri.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti