Tu sei qui

Mercato, per KTM un 2014 da record

L'anno appena chiuso conferma la Casa austriaca come primo costruttore europeo

Mercato, per KTM un 2014 da record

Un altro anno carico di soddisfazioni si è appena chiuso per KTM. Con 158.760 pezzi venduti in tutto il mondo, ed un incremento del 28,2% rispetto al 2013, la factory austriaca ha fatto registrare il suo nuovo record di vendite, confermandosi come primo marchio europeo davanti all'agguerrita corazzata BMW che comunque fa registrare ottimi risultati anche lei con 123.495 moto vendute, che gli valgono un incremento di oltre 8.000 unità rispetto al 2013.

A onor del vero KTM si avvale anche del contributo dei marchi Husqvarna e l'indiana Bajaj. Soprattutto quest'ultima, grazie alla partnership con l'azienda di Mattighofen, contribuisce in buona misura alle vendite in special modo sui mercati asiatici. Un'accordo che prevede la costruzione e distribuzione delle varie Duke ed RC sull'emergente piazza indiana. Il marchio Husqvarna invece, dopo l'acquisizione di un paio di anni fa (con la seguente fusione con Husaberg) da parte della società che fa capo a Stefan Pierer, CEO di KTM, ancora non riesce ad incidere sui numeri di mercato, pur registrando anche esso buoni risultati, consapevoli però del fatto che in questo momento si stia vivendo una fase di transizione e da cui si vedranno probabilmente i primi frutti concretizzarsi solo tra un paio di stagioni.

La strategia di mercato per il prossimi futuro "orange" vede un consolidamento sugli scenari asiatici (Cina ed India in primis) oltre ad una più massicccia presenza anche sul fronte Stati Uniti con una più tempestiva presenza dei nuovi modelli.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti