Tu sei qui

Rumors, Honda prepara un maxi tre ruote

La Casa di Tokyo deposita gli schemi di un inedito tre ruote che sfrutta la base della NC700/700X

Rumors, Honda prepara un maxi tre ruote

Per venire incontro ad un sempre maggiore interesse dell'utenza, soprattutto delle quattro ruote, verso commuter urbani dotati della soluzione della terza ruota come plus di sicurezza, la Casa di Tokyo sta varando la sua proposta nel campo della mobilità cittadina (e non solo) con mezzi di tipo trike.

Partendo da una base solida e robusta, come quella che caratterizza la NC700/750, alla Honda hanno deciso di sostituire in pratica l'avantreno tradizionale con una soluzione a parallelogramma e doppia ruota anteriore.

Il progetto, da quel che si può vedere dai disegni  sarebbe ormai definito nel layout, tanto da ipotizzarne una produzione già da quest'anno, con la presentazione che, probabilmente, avverrà in occasione delle passerelle autunnali.

Il nuovo commuter avrà, come schema vuole, una doppia ruota sterzante all'anteriore con sospensione a parallelogramma e ruote indipendenti, sulla falsariga di quanto già visto sulle proposte Piaggio (Mp3) e Yamaha (Tricity). Uno schema tecnico che consente la guida senza far avvertire la presenza della ruota supplementare anteriore, con quest'ultime che si inclinano in curva ed assorbendo in modo neutro le asperità, minimizzando oltretutto le reazioni che possono avvertirsi allo sterzo quando si è in presenza di ostacoli. Questa configurazione riesce a garantire una maggiore sicurezza di guida soprattutto su fondi accidentati, viscidi, o sul pavè urbano.

A differenza dei competitor, in questo caso, per la nuova proposta di Casa Honda, più che di uno scooter a tre ruote parleremmo di prodotto moto, se non altro per la base tecnica da cui deriva e che ben si adatterebbe anche a velleità turistiche sul corto e medio raggio.

Della serie NC700/750, si sfrutta in pratica tutta la zona posteriore al cannotto di sterzo, compreso il bicilindrico parallelo 8 valvole, del quale comunque non è ancora noto se verrà utilizzata la versione nella cubatura da 700cc o della più recente 750. Un'unità che vanta tra l'altro, consumi ridotti, grandi doti di erogazione, oltre al sistema DCT (Dual Clutch Transmission), la doppia frizione abbinata a cambio gestito elettronicamente e che ben si presterebbe ad essere utilizzata anche su un mezzo come il nuovo tre-ruote.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti