Tu sei qui

MotoGP, Nuovi ritardi per il Circuito del Galles

Un'inchiesta pubblica è stata indetta per marzo, gli agricoltori si oppongono

C’è un nuovo ostacolo sulla strada della realizzazione del Circuito del Galles, che dovrebbe ospitare il GP di Gran Bretagna nei prossimi anni. È stata infatti indetta un’inchiesta pubblica, della durata di 8 otto giorni, all’inizio del mese di marzo.

Il progetto della nuova pista è maestoso con un investimento totale di 315 milioni di sterline, che al cambio attuale sono più di 410 milioni di euro. Se il governo locale è dalla parte della società che dovrà costruire l’impianto, le associazioni di agricoltori della zona sono contrarie alla struttura che potrebbe danneggiare l’habitat. L’indagine pubblica deciderà se accettare la proposta di dare 250 ettari di terreno pubblico a Ebbw Vale in cambio di altri 320.

Ciò significa ulteriori ritardi per l’inizio dei lavori, inizialmente previsti per l’inizio dell’anno. Michael Carrick, CEO del Circuito del Galles, ha dichiarato che “questo è un importante progetto di sviluppo, non solo per l’area di Blaenau Gwent ma anche per l’economia britannica”.

La sua società ha stretto un accordo con Dorna per promuovere e ospitare il GP di Gran Bretagna per cinque anni. Nel 2015 si andrà a correre a Donigton, con l’obiettivo dichiarato di trasferirsi in Galles nel 2016. Una data per nulla lontana e ad oggi non è stata ancora posata neppure una pietra. La fantomatica pista dell’Ungheria è un esempio che fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, riusciranno i britannici nell’impresa?

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti