Tu sei qui

Dakar: la tappa a Barreda, Goncalves 2°

Marc Coma non va oltre al sesto posto e perde due minuti dal rivale della Honda

Honda all’attacco nell’undicesima tappa da Salta a Termas de Rio Hondo, anticipata dall’assistenza Marathon, ovvero realizzata dai soli piloti senza l’assistenza di meccanici. Il percorso prevedeva 24 km di trasferimento, 357 di speciale e 142 di trasferimento.

Come anticipato, è stata la giornata dell’assalto dei piloti Honda a Coma, che però rimane irraggiungibile. La tappa è stata vinta infatti da Joan Barreda ma Gonvalves ha seguito da vicino il compagno di squadra.

Paulo Goncalves, che ieri aveva rotto il motore (ed è stato tirato nel trasferimento da Rodriguez),  è arrivato a soli 17 secondi dallo spagnolo, accumulando però 15 minuti di penalità per aver cambiato il propulsore. Aiutato dai compagni squadra, infatti, ieri sera il portoghese ha montat  quello di Barreda (che gliel'ha ceduto volentieri non avendo più possibilità in classifica), il quale a sua volta lo ha preso a Jeremia Israel, che oggi non è partito.

Con il sesto piazzamento nella speciale, Marc Coma consolida la leadership della classifica con 20’12” di vantaggio su Goncalves, su cui sono riversate tutte le speranze della Honda. “E’ sempre stressante quando devi lavorare sulla moto, ma è tutto ok. Domani ci sarà ancora una giornata difficile e poi si arriverà all’ultima tappa. Non sto pensando ancora alla fine, ci sono ancora diversi chilometri al traguardo”, ha commentato il leader della classifica.

Terzo posto di giornata per Ivan Jakes e la sua KTM, che ha preceduto i compagni di marca Ruben Faria e Toby Price. Proprio quest’ultimo merita una menzione, perché l’australiano occupa il terzo posto nella classifica generale e potrebbe conquistare un risultato storico per un debuttante alla Dakar.

Per quanto riguarda Laia Sanz, invece, oggi è giunta 17° al traguardo ma nella generale mantiene ancora l’ottava posizione con un buon margine sugli inseguitori.

Ventesimo di tappa è stato Paolo Ceci, mentre in generale è 15°. Brioschi ha tagliato il traguardo 45° e Toia 46°.

L’obiettivo adesso è portare a casa il secondo posto della generale con Paolo Goncalves”, ha dichiarato Martino Bianchi, General Manager del Team Honda HRC, “anche Joan Barreda è stato bravissimo. Bissando il successo di ieri, ha dimostrato di saper vincere anche aprendo pista”. Nonostante la leadership, in casa KTM le strategie non cambiano, come ha dichiarato Marc Coma: “il problema tenuto da Goncalves non varia i nostri programmi. Puntiamo a finire la gara utilizzando un solo motore.  Non facciamo strategie, restiamo con i piedi per terra perché domani ci aspettano altri 300 km di speciale. La gara continua ad essere dura”.

Ai 7.891 km percorsi finora, domani la carovana del Dakar percorrerà altri 1.024 km  per raggiungere Rosario, prima dello sprint finale che porterà i piloti sul podio a Buenos Aires.

I PRIMI 10 DI GIORNATA

1. Joan Barreda, ESP, Honda 3:26.33

2. Paulo Goncalves, POR, Honda a 00.17

3. Ivan Jakes, SVK, KTM a 01.35

4. Ruben Faria, POR, KTM a 1.43

5. Toby Price, AUS, KTM a 2.17

6. Marc Coma, ESP, KTM a 2.40

7. Pablo Qunitanilla, CHI, KTM a 4.13

8. Helder Rodrigues, POR, Honda a 5.25

9. Alain Duclos, FRA, Sherco a 5.26

10. Stefan Svitko, SVK, KTM a 5.28

Per la classifica completa di tappa cliccate QUI, per quella generale QUI.

Articoli che potrebbero interessarti