Tu sei qui

Scatta la 'Dakar' con la sfida Coma-Barreda

Sabato la partenza da Buenos Aires. 414 mezzi partecipanti, 164 motociclisti al via per oltre 9.000 Km

Scatta la 'Dakar' con la sfida Coma-Barreda

Con l’inizio del Nuovo Anno, è scattato il conto alla rovescia per la 37esima edizione della leggendaria Dakar. Ritirati i mezzi al porto, team e piloti si sono trasferiti al Tecnopolis Park, il quartiere generale del rally a Buenos Aires, in Argentina, dove da oggi a sabato sono in programma le verifiche tecniche e amministrative. Il primo momento clou per questa edizione 2015 è atteso per sabato pomeriggio con la cerimonia della partenza nel cuore della città. Il palco sarà posto infatti in Plaça de Mayo davanti alla Casa Rosada.

Dopo 30 anni di storia in Africa, la settima edizione sul suolo sudamericano si preannuncia un successo.  Saranno 414 i mezzi alla partenza (164 moto, 48 quad, 138 macchine e 64 camion) per un totale di 665 concorrenti. Quest’anno salgono a 53 le nazioni rappresentate, con l’ingresso di India, Nuova Zelanda e Taiwan.

I piloti percorreranno oltre 9 mila chilometri di cui 4752 cronometrati, con 14 tappe fra Argentina, Bolivia e Cile. La partenza è prevista per il 4 gennaio da Buenos Aires e l’arrivo sempre nella capitale argentina il 17.  Tra le novità 2015 due tappe marathon (a Uyuni in Bolivia e Calama in Argentina).

LA SFIDA - Universalmente riconosciuta come la gara di fuori strada più dura al mondo, la Dakar è un test estremo per mezzi e piloti. Solo pochi eletti possono sfidarsi per la vittoria, mentre per la maggior parte degli amatori arrivare al traguardo è già un successo. Per le Case la sfida è ancora più alta, considerato lo schieramento di mezzi e uomini al via.

Domenica 4 gennaio la 37esima Dakar prenderà ufficialmente il via e spetterà ad Honda e Yamaha il compito di interrompere il dominio KTM. Dal 2001 con Fabrizio Meoni al 2014 con Marc Coma, la Casa Austriaca ha infatti centrato 13 successi consecutivi (non si è corso nel 2008).

Forte di 4 vittorie,  lo spagnolo Marc Coma rimane l’uomo da battere, ma dovrà vedersela con lo squadrone Honda, che per l’occasione schiera Joan Barreda ( il miglior esponente della nuova generazione dei piloti dakariani, che lo scorso anno ha collezionato il maggior numero di vittorie di tappa), Paulo Gonçalves (Campione del Mondo Rally 2013 e 2° nel 2014), Hélder Rodrigues (con la Honda sin dal suo ritorno nel 2013), Jeremías Israel e la pluricampionessa Laia Sanz (16esima assoluta lo scorso anno).  Saranno invece Olivier Pain (terzo nel 2014), Michael Metge ed il nostro Alessandro Botturi (8° nel 2012) i portacolori di Yamaha. Spetterà proprio a Botturi l’impresa di sostituire Cyril Despres, passato alle quattro ruote con Peugeot, dopo 5 vittorie in moto.  Una sorpresa potrebbe arrivare anche dalla Sherco, che schiera Alain Duclos e Fabien Planet (12° nel 2007).

Dakar 2015 – i numeri

Percorso totale: 9295 km (5.775,6 miglia)

Totale speciali cronometrate: 4752 km (2,952.8 miglia)

Distanza più lunga coperta in un solo giorno: 1024 km – 636,3 miglia (Tappa 12)

Speciale più lunga: 781 km – 485,3 miglia (Tappa 8)

Distanza più breve coperta in un solo giorno: 393 km – 244,2 miglia (Tappa 13)

Precipitazioni medie nel deserto di Atacama (Cile): 0 mm

Numero totale dei concorrenti in moto: 164

La Gara: Inizia Domenica 4 Gennaio – Giorno di Riposo Sabato 10 – finisce Sabato 17 Gennaio

Tappe

4.1 – Tappa 1: Buenos Aires to Villa Carlos Paz – 663 km collegamento, 175 km speciale (838 km)

5.1 - Tappa 2: Villa Carlos Paz to San Juan – 107 km collegamento, 518 km speciale (625 km)

6.1 - Tappa 3: San Juan to Chilecito – 437 km collegamento, 220 km speciale (657 km)

7.1 - Tappa 4: Chilecito to Copiapó – 594 km collegamento, 315 km speciale (909 km)

8.1 - Tappa 5: Copiapó to Antofagasta – 235 km collegamento, 458 km speciale (697 km)

9.1 - Tappa 6: Antofagasta to Iquique – 369 km collegamento, 319 km speciale (688 km)

Giorno di riposo (10 gennaio)

11.1 - Tappa 7: Iquique to Uyuni – 395 km collegamento, 321 km speciale (717 km)

12.1 - Tappa 8: Uyuni to Iquique – 24 collegamento, 781 km speciale (805 km)

13.1 - Tappa 9: Iquique to Calama – 88 km collegamento, 451 km speciale (539 km)

14.1 - Tappa 10: Calama Marathon Stage – 520 km collegamento, 371 km speciale (891 km)

15.1 - Tappa 11: Marathon Stage to Termas Rio Honda – 161 km collegamento, 351 km speciale (512 km)

16.1 - Tappa 12: Termas Rio Honda to Rosario – 725 km collegamento, 298 km speciale (1024 km)

17.1 - Tappa 13: Rosario to Buenos Aires 219 km collegamento, 174 km speciale (393 km)

 

Articoli che potrebbero interessarti